PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Artista assopita

Nella bandiera e nel canto
c'è l'azzurro e il bianco
vertiginose anticamere
d'amore
con sollecitudine richiamano
i rapimenti che solo un Dio può
fare.
E dove il fiume sembra un mare
infinito
la musica è una danza che cinge
il corpo offre degli anticipi preziosi
agli sguardi che vanno in cerca
di ricordo

che appagano te artista assopita
senza misurare la durata
e l'occhio è un cristallo
che oltre il verde fissa
il chiassoso argento
del cuore.

 

2
0 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 04/04/2014 13:17
    Sempre ammaliato dal tuo talento descrittivo, bello il parallelismo fiume-mare che si accosta allo sfociare del passato umano nel futuro, e viceversa. Siamo come un ciclo, una danza.
  • Anonimo il 04/04/2014 09:03
    Vedere sempre <OLTRE>: questo è un Artista. Non solo delle arti, ma della VITA. Tutta intera.
  • Rocco Michele LETTINI il 04/04/2014 08:00
    IL COLORE CHE INCARNA IL SENTIMENTO... MAIUSCOLO DECANTO... IL MIO ENCOMIO ROBERTO
  • Anonimo il 04/04/2014 07:43
    Una comunicazione di sentimenti e di significati che si esprimono attraverso il gioco dei colori. Molto bella!

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0