username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

A Dio mi devo presentare

Polvere di stelle che siete l'universo
impastatevi alle mie lacrime di povero mortale
polvere devo diventare

A Dio mi devo presentare

Non più tempo di giocare
e neanche posso stare a guardare
la giostra della vita deve ruotare

A Dio mi devo presentare

Si può desiderare di morire nel proprio letto
si può amare il dolore nel petto
si può perdonare senza essere costretto
per presentarsi a Dio in doppio petto

Polvere di stelle che siete l'universo
impastatevi alle mie lacrime di povero mortale
polvere devo diventare

 

1
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Maurizio Gagliotti il 21/07/2014 22:50
    BELLA L'IDEA NON INDISPENSABILI LE RIME TALVOLTA FORZATE
  • Michele Sperduto il 12/04/2014 12:32
    Può essere una pura realtà quello che hai scritto ma non roviniamo a chi è prossimo alla morte per colpa di un testo che può essere la verosimilità possibile come a Dio presentarci, non per criticarti e non perché il testo non mi piace ma perché ognuno vuole immaginare come sarà possibile il suo incontro con Dio. Infatti ognuno vive con il suo incurabile male e sopravvive con le sue forze e quando sarà polvere spera di iniziare una nuova vita nel migliore dei modi. Piaciuta complimenti nel modo in cui tu vedi questa possibile verità dopo la morte.

3 commenti:

  • Ellebi il 25/04/2014 00:07
    Notevole davvero, nella sua apparente semplicità solca l'animo del lettore. Complimenti e saluti.
  • Anonimo il 14/04/2014 16:46
    Cercheremo di mettercela tutta, quando sarà, per presentarci a Dio in doppio petto...
    Bella Fabio.
  • Anonimo il 13/04/2014 21:20
    amico mio bellissima lirica arriva al lettore, belle metafore... un tuo pensiero di come arrivare al Signore... anche il presentarsi a Dio in doppio petto lo trovo bello... un abbraccio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0