accedi   |   crea nuovo account

Melinda

Sono così felice
Il dolce è ancora caldo
E I miei amici mi hanno divorato il cuore
Sono così contento
Il trillo martella nella camera cerebrale
E so che mio figlio andrà in guerra
E so che mia figlia sposerà un miraggio
Che il mio cane mi scorderà in qualche posto
Che mia moglie diserta ogni angolo d'anima
Sono felice, lo sono così tanto
Mentre gioco con le briciole di parole sulla tovaglia inamidata
Mentre mi attende il silenzio
Nella camera assolata

-Melinda accoglimi
Nel tuo regno senza nome
Rendimi re di me stesso
Nel giorno più triste
Suona per me
Per me danza
Entrami dentro
E poi
Sorridi...-

 

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • laura cuppone il 24/04/2014 09:12
    Grazie per aver apprezzato e commentato questa mia...
    La rassegnazione ha preso il posto della volontà d comprendere e l'evasione ha un nome armonioso... La musa della sopravvivenza è il sogno...
  • Alessandro il 08/04/2014 23:21
    Una felicità surreale, feroce denuncia di una disperazione umana, sociale, amorosa.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0