PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Icaro

Tu che leggi.
Tu che guardi ma non mi vedi.
Tu che osservi.

Leggi il mio sorriso
in queste labbra dilatate
che per tempo contorte
hanno urlato silenzi
e silenti sussurrano la via.

Leggi la burla
del giullare che sono
nelle mie sofferte gioie
di maschere liquide
colate come cera al sole.

Leggi il fuoco che m'avvampa
così da restarne abbagliato
per non veder le mie ali
annerire
e andar in cenere.


... buio e luce a volte portano lo stesso risultato...

 

0
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 02/05/2014 11:02
    Saggezza in versi ben stilati! Bravissimo.

    P. S. I commenti sul profilo non funzionano.
  • Anonimo il 09/04/2014 19:09
    Il mio commento non può che essere identico a quello
    appena scritto per l'altra tua poesia di oggi... Ma anche questa è vicinanza... e rimane, anzi aumenta l'interesse, credimi! Vera

4 commenti:

  • Chirio Giocoliere del Verbo il 10/04/2014 19:40
    Vera, quando scrivo tendo ad amplificare tutto... quindi se scrivo di un soffio parlo di tornadi sperando che un alito arrivi sul volto di chi legge. anche i più sensibili hanno spesse coltri da attraversare per raggiungerli davvero e cercare di far si che leggano ciò che scrivi e non ciò che vogliono leggere. questo solo è stato il mio intento ( se non considero la ricercatezza di suono e forma)
  • Anonimo il 10/04/2014 12:10
    NB/ CHIRIO: Ho ricevuto un tuo messaggio, ma non ho risposto in quella sede perché da tempo le mie risposte arrivano in bianco...
  • Anonimo il 10/04/2014 09:51
    Questo sistema di crediti è una delle cose insopportabili di questo sito... anche se <a me> non pesa perché, indipendentemente da essi, amo molto leggere e dialogare... Grazie anche al tempo a disposizione che, alla mia età, ho. Sono contenta, Chirio, che lo scritto tuo non sia attuale perché posso così sperare che anche la sua tristezza non lo sia più! Comunque, scrivevi già allora molto bene.
  • Chirio Giocoliere del Verbo il 09/04/2014 19:33
    sono scritti che hanno già più di 2 anni ma col sistema di crediti devo fare una cernita e premio ciò che mi soddisfa in quel momento.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0