accedi   |   crea nuovo account

Pensandoci simultaneamente in un annuncio di primavera

Nel tempo che passa
non vivono i ricordi

essi se ne volano leggeri
come nuvole primaverili

si celano tra i raggi del sole
e giocano a nascondino con la luna

si nutrono di futuro
e dell'amore che ancora è da restituire

di ricordi non si vive
si può solo soffrire

di futuro ci nutriamo
e quando penserai a me

non dovrò mai essere un ricordo
ma realtà del tuo presente

 

2
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 11/04/2014 21:40
    Un continuo amalgamarsi fra le fasi del vivere - passato, presente, futuro. In cerca di un sentimento che le attraversi indenne.
  • Vincenzo Capitanucci il 11/04/2014 07:23
    Il Tuo presente poetico... ci manca Cesare... e quanto Amore abbiamo ancora da restituire... per pareggiare i conti..
    ...
    bellissima Cesare... anche Tu per noi.. non essere mai un ricordo..
  • Rocco Michele LETTINI il 11/04/2014 06:10
    Un distico di chiusa sublime che encomia quanto di chiaro hai decantato con amore... SERENA GIORNATA CESARE

3 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 12/04/2014 09:37
    Credo che il segreto della felicità sta nel sapersi accontentare ma: credere nel futuro è come affidarsi a forze misteriose, fidarsi del presente è prenderne coscienza anche degli errori che ne deriveranno.
  • Vincenzo Capitanucci il 11/04/2014 07:29
    ho notato solo ora l'analogia del Tuo simultaneamente.. con il mio.. contemporaneamente di oggi.. ma se Tu volevi multare la mente che vive di ricordi... io avevo bisogno di rane che balzassero fuori dallo stagno...
    ...
    non sparire Cesare.. trova più spesso 10 minuti... da donarci...
  • Ellebi il 11/04/2014 00:15
    Gradevolissima poesia. Complimenti e saluti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0