PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Viaggio mistico primaverile

Come è precaria questa estasi
primaverile
stordisce di profumati silenzi
la via appena trovata
in giardini difficili
da curare.

Fermo davanti alla fanghiglia
umida e preziosa mi sembra
di aver perso ogni contatto
e rimando
ma
l'insetto infaticabile
non si cura
del mio immobile stato
Per lui la primavera
è un tempo di nascite
da accudire
con incolmabile sollecitudine

E la sua fretta
mi ricorda il canto
che filtra gli opposti
trattiene i desideri
ed esplode infine nei pensieri
mistici di eroi invincibili
abituati ad un viaggio
che riporta amore
all'anima.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 14/04/2014 17:27
    UN'ESTASI PRIMAVERILE SOLO NE LA NATURA CHE PORTA IN CHI UN AFFETTO NON RICEVE SOLO SILENZI E TANTA TRISTEZZA... UN ACUTO CHE LASCIA PENSARE...

2 commenti:

  • roberto caterina il 16/04/2014 13:13
    Hai ragione Alessandro, ora che me l'hai detto rassomiglia in effetti ai "come è ..." di Battiato, come è difficile restare padre ad esempio... grazie di questo e di tanti altri commenti sempre puntuali e a appropriati. Buona Pasqua...
  • Alessandro il 15/04/2014 22:40
    Mi ricorda molto alcuni testi di Battiato. Apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0