accedi   |   crea nuovo account

Canarini

Malgrado
la prigionia della gabbia

- siamo tutti in gabbia
la variabile è solo la dimensione
che va da un atomo sino all'universo intero
includendo il nostro corpo -

i canarini
saltando

da un posatoio ad un altro

-estremi di un loro mondo
come il nostro
lavoro-famiglia
dove spesso abbiamo posato l'io
di un fragile equilibrio -

trovano
la loro libertà interna

in un cinguettio

che li rende
di un giallo

arancione
splendente

canterino
a color di sole

 

4
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 17/04/2014 18:56
    Siamo tutti in una gabbia, senza pareti, ma non meno stringente, che mira alla nostra spersonalizzazione.
    La riscoperta e la presa di consapevolezza della nostra anima può renderci liberi.
  • Anonimo il 14/04/2014 17:46
    Verissimo Vincé siamo tutti in gabbia, ma non tutti siamo canarini e intimamente liberi. Qualcuno crede d'esserlo, perché ha solo il becco giallo oro, mentre invece è solo una gracula religiosa che non ha neanche un briciolo di religioso, anzi...
    Ottima Vincé!
  • Rocco Michele LETTINI il 14/04/2014 17:34
    UNA SIMILITUDINE E UN'ATMOSFERA CHE SOLO UN GENIO DELLA POESIA POTEA CREAR... IL MIO ELOGIO VINCE'...

1 commenti:

  • Emiliano Francesconi il 14/04/2014 18:51
    Questa che abbiamo è una finta libertà!!!! Ma anche incatenati, la libertà la sappiamo trovare lo stesso all'interno del nostro essere!!! Grande poeta un salutone!!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0