accedi   |   crea nuovo account

L'incendio

-Vidi Orfeo*
suonare
con due euro in mano

una Campana d'allarme

"Forza ragazzi
qui si muore ancor prima di diventare matti "

ora dovrei riprendere la storia sin dall'inizio se no rischiamo che come al solito non ci capite niente (chissà perché gli scrittori hanno spesso una brutta opinione dei loro lettori mancanza d'ori forse da entrambe le parti)

ci sono storie che nel tempo iniziano con un profumo altre con un ricamo -

Ricamai
quella sera
un raggio di luna
per illuminare
la notte di questo foglio bianco

ma
guardando con più attenzione
aggiungere del bianco su un vuoto bianco mi rese ancor più inquieto

Trovando ancora un po' d'inchiostro nero nei calamai del cuore -ma questo sipario non cala mai mi domandai- iniziai a disegnare l'onda dei Tuoi capelli poi il mare dei Tuoi occhi ma ancor prima di schizzar la spiaggia delle labbra Tue
il foglio s'incendiò

il primo a bruciarsi fu il pelo del gatto che nel frattempo si era sdraiato sul foglio su cui scrivevo ( solo chi avuto un gatto può capire questa strana abitudine felina di stare in stella dove non dovrebbe stare )

poi si incendiarono le tende ( tranquilli so che tra di voi ci sono molti animalisti il gatto saltò dalla finestra ed abitava al primo piano io almeno in anima abitavo all'ultimo in un attico grande come uno stadio)

le fiamme si propagarono al tavolo alla sedia al letto ( sì lo confesso amo scrivere in camera) all'armadio alla libreria ( sì amo leggere a letto anche a luce spenta per non disturbare quell'altro io che dorme senza lasciar orme)

i primi a donar calor di fiamma insieme alle ginestre di Leopardi ( la sfiga è sempre sfiga anche se proiettata nell'infinito) furono le pagine di canti primaverili scritti da giovani seppur bravi poeti esordienti ( non ho nessuna stima per chi non legge o pubblica gratuitamente poeti contemporanei )

12

6
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/04/2014 20:52
    Sono versi aulici come pochi ce ne sono in giro... Sublime Vincenzo!!!
  • Anonimo il 15/04/2014 14:12
    Un incendio che brucia più della febbre del sabato sera; persino i ghiaccioli vengono spenti col latte freddo per non sscioglierli troppo. Un fuoco che rende tutto in cenere e manda tutti in pompe, anche quelli di ieri, evidenziando in ciascuno i propri punti deboli... l'unico a salvarsi è il gatto che apprezza il bianco del foglio e lo usa come cuscino, prendendo fuoco, ma senza bruciare.
    Un consiglio Vincé, usa la carta extrastrong al posto delle lenzuola, potresti trovarvi impressa un'opera poetica, la mattina!
  • Rocco Michele LETTINI il 15/04/2014 09:04
    TUTTO DECANTATO CON ARDORE... IL TUO PREGIO E IL TUO ASSILLO...

4 commenti:

  • cesare righi il 15/04/2014 16:22
    *... eccoci al punto... *
    anche io ho un gatto dal folto pelo
    mi faccio iniezioni di sole e non amo il latte
    il petrarca e il boccaccio li evito
    amo i rivoluzionari e mi incendio quando leggo opere di poeti febbricitanti
    che grande
  • Chira il 15/04/2014 09:35
    ... lo sapevo che dormi con un occhio solo e con l'altro sogni e scrivi queste bellissime cose... sai che mi hai fatto anche sorridere?! Grazie Vincenzo.
    Chiara
  • Anonimo il 15/04/2014 07:57
    i commenti sono superflui ma i passaggi di spessore ... Petrarca togliersi l'abito talare che lo copriva (dalla nera fame) in sicurezza economica fino al tallone ( si sa le Donne costano quanto le Muse ed anche Achille lo sa quanto siamo vulnerabili quando vediamo da una lunga gonna spuntare un tallone anche se non quello bellissimo di Elena ecc... sareebbe da riportare tutta

    sei grande Vincenzo é un piacere rileggerti
  • loretta margherita citarei il 15/04/2014 07:27
    il primo a bruciarsi fu il pelo del gatto che nel frattempo si era sdraiato sul foglio su cui scrivevo ( solo chi avuto un gatto può capire questa strana abitudine felina di stare in stella dove non dovrebbe stare ) ...

    molto originale, colpita da questo passaggio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0