accedi   |   crea nuovo account

Bianco Padre

Improvviso, inatteso inno
di ieri lontano
mi ritorna dentro,
inondandomi di fiumi di gioia.
Ascolto parole care
di mia giovinezza:
"Bianco Padre
che da Roma
ci sei meta, luce e guida
in ciascun di noi confida,
su noi tutti puoi contar..."
Sollecita mi alzo
e, indossando i miei sandali
di entusiasmo,
parto alla tua ricerca.
Arrivo,
ma folla immane
ti circonda.
Resisto,
avanzo,
mi fermo, attendo
spero, credo, vinco.
Ora, il tuo sguardo di padre,
incrocia il mio.
Insieme a me
mille e mille volti
ti cercano,
ti chiamano.
Ed ecco che i volti
si uniscono,
si confondono
e, come in un mosaico bizantino,
appare il volto luminoso
di Nostro Signore.
Ma è un attimo.
Rientro in me.
Esulto perché vedo
che tu, Francesco,
sai ridare voce
a chi non ha voce,
sai ridare liberazione
a chi è oppresso
da catene inique,
sai ridare speranza
a chi l'ha smarrita
nelle dure salite della vita.
Grazie Bianco Padre!

 

0
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 21/04/2014 20:12
    Ci voleva proprio papa Francesco! Speriamo riesca a realizzare quei cambiamenti veri, radicali senza i quali la Chiesa Cattolica è spesso molto lontana dall'anima di Gesù.
  • Vincenzo Hypomone il 21/04/2014 19:26
    Un inno e forse qualcosa di più a questo Padre, che sta raccogliendo le necessità e la sete di cambiamento. Molto ci sarebbe da dire, ma la tua passione e la tua speranza dice già tutto. CIAO.

2 commenti:

  • Ellebi il 22/04/2014 01:19
    Composizione ottima per un pontefice che sa farsi valere. Complimenti e saluti
  • loretta margherita citarei il 21/04/2014 20:24
    fortissimo papa francesco, brava

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0