accedi   |   crea nuovo account

Il vento

Il cielo fraseggiava con la luna
che sghimbescia ammiccava alle onde
accarezzando la battigia ormai d'argento

Una chitarra strimpellava aspettando l'alba
e una voce stonata cantava compiaciuta
Questo piccolo grande amore

Una coperta sulla spiaggia
un fuoco allegro di rami trovati
pannocchie rubate nei campi vicini
arrostite, sempre bruciate da un lato

Saltare la cavallina, cantare insieme
sentirsi liberi
in cose semplici, gioiose
qualche pomiciata
per sentirsi grandi.

Ma l'alba ci trovava addormentati
noi, figli dei fiori
figli di un nuovo mondo
che credevamo nel vento
ma non sapevamo cosa fosse

Oggi vorrei
sentire quel vento
sussurre dolci parole
per questo mondo
per questa realtà
per i nostri figli.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • luigi deluca il 22/04/2014 14:43
    uau esperienze di vita così, nel periodo anni 60 e 70 che bello,è vero, tanti, tantissimi di noi le abbiamo vissute... Grazie
  • loretta margherita citarei il 22/04/2014 13:39
    bei ricordi, molto piaciuta
  • Ellebi il 22/04/2014 12:39
    Una rievocazione degli anni giovanili quasi commossa, con toni di vago rimpianto, ottima poesia, complimenti e saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0