PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Percepire per Essere

Cosa mai
la notte ha potuto raccontarti
per farti credere
all'amore

di certo non il vedere

dietro ad ogni fiore
c'è un leone che divora una gazzella

o
si è fatta percepire
senza l'abito scuro
che di solito l'avvolge

come una mamma
che cura i suoi cuccioli

mostrandoti
tra ori semi e rami di mimosa

un cielo di donna

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Percepire l'Essere...


0
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Hypomone il 23/04/2014 19:38
    Nel campo minato delle percezioni o dell'istinto può vivere una fiducia pazza o una pazza fiducia rivolta al grembo delle origini. Questa è la nostra speranza. Bella vincé
  • Anonimo il 23/04/2014 17:59
    Paradiso, o inferno tutti noi, donne e uomini, possiamo essere per gli altri. Per gli altri e, prima ancora -anche se, spesso, purtroppo, senza rendercene conto- per noi stessi. Cerchiamo almeno di passare al purgatorio e, lì purificandoci, produrre un po' almeno di Paradiso... Se ne ha una tale sete! Vera
  • Anonimo il 23/04/2014 09:38
    Veramente eccezionale... queste tue parole trasudano tutto il Sapere che ti anima, Vincenzo... complimenti per tutto.
  • Rocco Michele LETTINI il 23/04/2014 08:40
    LO DEFINIREI UN VERSEGGIO FILOSOFICO PREGNO DI SENTIMENTO... ENCOMIABILE, COME SEMPRE, VINCE'...

1 commenti:

  • Sergio Fravolini il 23/04/2014 13:27
    ... la notte ha potuto raccontarti. Mi piace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0