username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Monologo

Sale il sipario, albeggia la scena,
a luce piena l'occhio è sul volto
m'inquadra il busto, segue le mani;
sarebbe giusto sfumare l'ombra,
sfasare i piani posti sul fondo,
ma rilassatevi, sarò spedito.
Grazie a tutti d'aver gradito,
il giorno e l'ora del mio invito.
Giusto sarebbe dirvi chi sono
l'identità, il tema del dire,
motivo o mai di mia presenza,
saper se tutti vorran sentire,
di poi l'inchino di riverenza.
Ma non fiaterò, sarò silente
non sfoggerò glorie e carriera,
rimarrò in voi solo un bel niente.
Ricorderete lo sconosciuto
venuto per dire parecchie cose,
ma sostò muto senza fiatare
e che scomparve nell'arrivare.
Forse uno spettro di proiezione,
inganno, un sogno, un'illusione?
O ripensando al quel suo miasma
fosse davvero stato un fantasma!?

 

5
9 commenti     7 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

7 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/12/2015 19:44
    Un titolo che sintetizza l'oggetto poetico dell'opera, peraltro egregiamente rappresentata. Mi viene da domandare chi e quanti riescono ad esprimere e ad incidere significativamente, nella personale realtà temporale, col contenuto del proprio monologo esistenziale. Ma in fondo, siamo solo un lampo, spesso neanche seguito dal tuono. Complimenti sinceri, Ugo, per questa bella rappresentazione inerente la realtà del fantasma "io-uomo". Testo apprezzatissimo!
  • Don Pompeo Mongiello il 02/05/2014 10:57
    Pur ripetendomi, forse, questa è Vera Poesia. Complimenti vivissimi!
  • Anonimo il 25/04/2014 17:20
    Un titolo che sintetizza l'oggetto poetico dell'opera, peraltro egregiamente rappresentata.
    Mi viene da domandare chi e quanti riescono ad esprimere e ad incidere significativamente, nella propria realtà temporale, col contenuto del proprio monologo esistenziale!
    Ma in fondo, siamo solo un lampo, spesso neanche seguito dal tuono!
  • Auro Lezzi il 24/04/2014 06:37
    Lo sconosciuto non si può dimenticar.
  • Anonimo il 23/04/2014 18:16
    Quante persone autentiche esistono?... Del tutto, forse nessuna... Ad altro Regno la sua pienezza appartiene... e perciò c'è chi lo chiama Paradiso.
  • Rocco Michele LETTINI il 23/04/2014 17:08
    Un monologo... che va oltre la recita... Interrogativi doverosi in chiusa...
  • Vincenzo Capitanucci il 23/04/2014 17:05
    Sulla scena del mondo... il fantasma dell'io-uomo...
    ...
    Bellissima Ugo... inganno sogno o illusione...

9 commenti:

  • Anonimo il 03/05/2014 16:04
    Una bella rappresentazione della realtà del prorio essere.

    Complimenti Ugo!
  • Fabio Mancini il 01/05/2014 17:16
    Bellissima per assonanze e contenuto. Una delle più belle mai lette! Complimenti! Fabio.
  • nicoletta spina il 30/04/2014 22:07
    Dietro al fantasma vedo il vero uomo, e il suo silenzio di significati è pieno. La riflessione che doni nel leggerti illumina il sentire lasciando tracce misteriose e luce di pensiero. Sempre grande Ugo!!
  • Giuseppe ABBAMONTE il 25/04/2014 17:21
    Uno sconosciuto assai discreto, ma la cui presenza riempie la scena.
    Ovattata e, nel contempo, pungente.
    Giuseppe
  • Anonimo il 24/04/2014 08:00
    Tu sei Uno che poco parla, molto dice. Tanto che... ti ho riletto! Vera
  • Anonimo il 24/04/2014 07:17
    sconosciuto umile che regala doni preziosi... forse tutti noi siamo fantasmi sconosciuti a noi stessi... attori di una vita già vissuta... sempre grande ugo ti abbraccio con stima ed affetto carla
  • Ellebi il 24/04/2014 00:52
    Abilità poetica credo sia ben detto, e questa composizione ne è la prova. Complimenti e saluti.
  • Anonimo il 23/04/2014 19:49
    Calcare le scene non è da tutti, ma c'è chi continuerà ad essere applaudito a sipario chiuso. Ammiro la sua abilità poetica.
    Finuccia
  • Chira il 23/04/2014 18:11
    Sul proscenio della vita si recita fingendo o la recita stessa è la vita e verità? magari tutto è solo sogno... intensa introspezione per Ugo, altro che fantasma...
    Chiara

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0