accedi   |   crea nuovo account

Babilonia

Passeggiavamo lentamente
Dietro il muro di Babilonia
Guardasti le mie mani e
Mi chiedesti
Cos'era quella riga
Tra l'indice e il medio
E quel piccolo monte
Sul monte del pollice

Non seppi rispondere
Non volli in realtà
Ti indicai piuttosto il volo di fenicotteri
Che si alzò d'un tratto a coprirci gli occhi

"Ecco"ti dissi
"Ecco come diventa un'ala
Quando una delle penne si stacca
Per lasciare un'impronta"

Il campanile tuonò proprio in mezzo all'acqua
Mi guardasti attenta con le dita sul mento
"Aspetterò lo sciabordio della tua zattera"
Dicesti
"E forse questo lago
Non sarà più un mistero"

 

2
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Caterina Russotti il 24/04/2014 10:06
    Stupenda Laura.. Versi di grande impatto.

3 commenti:

  • agave il 24/04/2014 19:24
    Complimenti ben scritta e molto coinvolgente
  • loretta margherita citarei il 24/04/2014 14:43
    molto bella e coinvolgente, brava
  • Vincenzo Capitanucci il 24/04/2014 10:18
    Ecco... da dietro le mura di Babilonia... come si diventa un'ala... Meravigliosa Laura... in un tuono a mezz'acqua... aspetterò...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0