accedi   |   crea nuovo account

Lascia che io sia

Lascia che io sia
l'innocente parola,
la sillaba
che ti renda a me,
fino a farti appetire
le labbra
che la emettono.

Lascia che io sia
la schietta carezza
che tramuti in fiamma
l'istante che al tuo corpo,
sfiorando il seno,
prima
era gelo.

Lascia che io sia
l'accordo tra gli sguardi,
il getto d'eccitazione
mescolato
alla purezza
del fervoroso
momento.

Lascia che io sia
il destriero
che cavalchi
nell'esaltante sentiero,
galoppandomi
sino al gioioso
e lussurioso traguardo.

Lascia che io sia
quel tremendo
fremito per te,
cui non basterà
una spiaggia intera
per descrivere
la grandezza dell'evento.

 

1
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 25/04/2014 16:42
    LASCI CHE IO TI DICA... HAI COSTRUTTO UNA POESIA PREGNA DI PURI SENTIMENTI...
  • Vincenzo Capitanucci il 25/04/2014 16:41
    Bellissima Francesco... lscia che io sia... quella parola che s'infiamma... nella grandezza dell'evento..
  • Vincenzo Hypomone il 25/04/2014 13:10
    Che bella. La sincerità di un sentimento,
    la veridicità delle emozioni rende la poesia di ottima qualità. . poi ci vuole anche chi sa tramutare in versi le sensazioni, chi le sa forgiare in maniera esemplare.. bravo

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0