accedi   |   crea nuovo account

Visione

Catene d' odio, di viltà,
mi legano al mio letto..
orrendo talamo di morte.

E intanto mi urla il cuore,
vorrebbe volare fuori dal petto,
indegno di contenerlo,
di ospitare il puro spirito.

Impazzisco nel bianco silenzio,
m' impazzisce l' azzurra anima...

Chi scherza con me?
Chi diede all' uomo un cuore puro
avvolto da membra funeste?

Chiedo venia ai suoi adepti,
mi scusino gli asceti e i casti,
ma il buio tacer di questi luoghi,
m' induce alla credenza, che esso
si sia perso immezzo agli intermundi.

e intanto...

Impazzisco nel bianco silenzio,
m' impazzisce l' azzurra anima...

 

0
7 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

7 commenti:

  • annamaria gabutto il 22/06/2011 17:39
    Bella densa di sofferenza!!! ma del resto nella vita c è anche questo.
  • Ida Maria Bertini il 26/01/2008 16:33
    perchè tanta sofferenza nelle nostre poesie'?
    e' il dolore la molla del nostro scrivere... ciao
  • augusto villa il 26/09/2007 23:11
    Intensa e ben scritta!
    Bravo!
  • Anonimo il 18/09/2007 10:08
    Complimenti bella poesia. Sofferenza di un'anima azzurra che non riesce più a trovare l'azzurro della vita. Impazzisco nel bianco silenzio- bel verso. Ciao Stefano

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0