username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Richiami

Si, è il ricordo di quei contadini
ormai sfumato dal tempo,
a tener compagnia alle mie notti di veglia.
E mi par di sentire ancora quell'aria
pregna di sudori e di odori dei campi,
sfiorarmi leggera le rughe del viso,
mentre il frinire delle cicale impazzite,
riempivano le ore più calde.
Le spighe dorate guardavano un cielo di quiete,
mentre inconsapevoli si offrivano alla falce veloce.
Si, sono quegli echi, quelle fatiche,
quelle schiene chinate alla terra arse e sudate,
e il doloroso affondo del vomere,
ed il solco in attesa del seme,
a lenire il rimpianto dell'anima,
in questa notte di luna, e di richiami lontani.

 

0
7 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesco Andrea Maiello il 15/05/2014 09:05
    Disegno bucolico di gran qualità, in pochi tratti c'è tutto! Complimenti
  • Anonimo il 08/05/2014 13:31
    Paesaggio bucolico finemente descritto da versi notevoli che toccano le più segrete corde dell'anima.
  • Caterina Russotti il 30/04/2014 09:57
    Effimera la luna, compagna della notte di tanti ricordi in cui si riflette l'anima di chi l'osserva. Bellissimi ricordi in versi che raccontano di un passato, fatto di gente semplice e gran lavoratori.. Senza dimenticare il profumo che lascia il grano appena tagliato. Stupenda
  • Vincenzo Capitanucci il 30/04/2014 08:16
    Hai dipinto un bellissimo quadro... Bruno... riportando alla memoria... richiami lontani... di estati contadine...

7 commenti:

  • loretta margherita citarei il 30/04/2014 17:50
    piena di nostalgia e significato, bravo bruno
  • Anonimo il 30/04/2014 14:13
    Un verseggio davvero delizioso che evoca immagini coinvolgenti capaci di donare alla poesia un'anima palpitante in ogni passaggio descrittivo. Molto piaciuta!
  • Ugo Mastrogiovanni il 30/04/2014 09:30
    Poesia d'intensità bucolica che celebra la lontananza del tempo operoso, quello ormai dimenticato ma che è e resterà offerta, dedizione sacrificio, essenzialmente storia di valori indelebili.
  • Rocco Michele LETTINI il 30/04/2014 07:26
    FOTOGRAMMI LONTANNI CHE RITORNANO CON GIOIA...
  • Anonimo il 30/04/2014 07:04
    ricordi lontani che prendono vita in questa meravigliosa opera...
    nelle mie corde... bravo cap un abbraccio
  • Teresa Pisano il 30/04/2014 06:46
    Sembra un dipinto di Van Gogh la tua poesia! Bellissima!
  • gianni castagneri il 30/04/2014 06:32
    bellissima! e belli quei tempi di fatica si', ma anche di semplice serenita'!... essendo un montanaro i miei ricordi vanno invece alla semplice fienagione, ma le sensazioni sono le stesse...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0