accedi   |   crea nuovo account

Ciò che verrà, verrà

dopo un marzo un poco gracile
dopo un marzo un po antipatico
Dopo un marzo un poco apatico
spero di rivedere il sole in me
e senza la mia fretta tornerò
a ricacciarmi nella luce
anche se sbaglierò

È una primavera morbida
Dal sapore tossico e sonnolento
E chissà se poi ciò che sento è
E chissà se poi è quel che sento in me
E chissà se quel che sento non è

Non è solo un cielo aperto
Non è solo un vento lento
Non è solo uno sguardo distorto
Non è solo una mano sul volto

È una primavera apatica
È una primavera un po' antipatica
E che l'estate sia meglio o chi lo sa
E che l'estate splendi in me e fuori vedrà
Ciò che verrà
Luminosità
Ciò che vivrà
Calorosità fantastica

Meraviglia e
Canti di sirene
Canti di sirene
Luci nuove albe notti e sere
E nuove cantilene
In me

 

3
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Nicola Lo Conte il 28/05/2014 20:18
    Ciò che deve accadrà, come sempre...
    Apprezzo la tua disponibilità a credere e a sognare comunque, che be esprimi nella bella chiusa..."Meraviglia e Canti di sirene
    Canti di sirene
    Luci nuove albe notti e sere
    E nuove cantilene
    In me"
  • Vincenzo Capitanucci il 07/05/2014 04:52
    qui si torna al Tuo cantato Giuliano... al Tuo lato musicista... mi vien da dire maledetta primavera... che l'estate venga in me... con canti di sirene... albe e notti... di nuove fantastiche cantilene...
  • Rocco Michele LETTINI il 07/05/2014 03:06
    CIO CHE VERRA', VERRA'...
    CHI VIVRA', VEDRA'...
    SE L'ALLEGRO RITORNERA'...
    SE SOLO CALORE SARA'...

    È IL PENSIERO DI TANTI... È LA SPEME CHE FREME...

3 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 10/05/2014 08:22
    Il verso di Giuliano, se pur in un ritornello scherzoso, è una voce scettica, gonfia però di quella spiritualità cosciente in continua ricerca di un futuro luminoso: ciò che verrà Luminosità Ciò che vivrà Calorosità fantastica. Da laico, o da illuminato, guarda i fatti col senno di poi, certo di Luci nuove albe notti e sere. Insomma, una lirica bene augurante, ricamata sulla misura delle sue aspettative.
  • loretta margherita citarei il 07/05/2014 18:44
    gradevole testo musicale bravo
  • stella luce il 07/05/2014 10:02
    e ciò che verrà sia il sole che meriti ed aspetti...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0