username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

I primi fiori dell'avvento

Fiamme
che galleggiano sole
nel vuoto nero
oceano:
la memoria
che vide per prima
le porte nascoste
venne consumata dalle ombre.

Passi sparsi tra le sabbie mosse
guardarono dentro lo specchio
dei giorni.
Dal vuoto venne la fame
e l'eco
tra gli spazi che non furon proferiti
sussurrò il suo mantra...

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 12/05/2014 16:12
    la memoria delle porte fu persa... nel vuoto specchio dei giorni.. crebbe in fame... per sentire l'eco dei suoi passi.. sussurrò il mantra..
    ...
    molto bella Simone...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0