accedi   |   crea nuovo account

Riflessioni

È il dramma
che ti rende
tenue passeggero
nella tormenta,
credendo
di fare
e farti del bene.
T'avvedi poi
dell'alba,
della pioggia,
dell'arcobaleno
e del tramonto.
Nulla rallenta
il mondo,
neanche la
disgrazia.
Fatti subito
valere,
dopo saranno
in pochi
a capirti.
E mai basteranno!

 

1
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/05/2014 10:13
    RIFLESSIONI introspettive condivise ed apprezzate. La sofferenza apporta sempre mutamenti nel pensare e nell'agire dell'individuo e, pertanto, facendo tesoro dell'esperienza dolorosa vissuta sulla pelle, si potrà giungere ad una migliore comprensione sulla scelta di come andare avanti perché, "nulla rallenta il mondo" , a maggior ragione che solamente pochi avranno guardato quello che dentro abbiamo provato. Inoltre, non a tutti, potrebbe interessare. Considerazioni veritiere!
  • Sergio Fravolini il 15/05/2014 07:06
    È un testo breve e deciso. Mi piace.
  • Rocco Michele LETTINI il 15/05/2014 06:23
    Riflessioni che invitano ad amarci se non vogliamo che sia troppo tardi dopo tanta ingiustizia e indifferenza...

2 commenti:

  • karen tognini il 15/05/2014 08:08
    Certi drammi aprono la mente a dismisura... lasciando entrare la realtà... a volte nebbiosa, altre volte dolce come un'amicizia, che ti puo' capire...
  • bruno guidotti il 15/05/2014 06:43
    Bellissimi versi e bellissimi scenari visivi, che accendono la fantasia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0