accedi   |   crea nuovo account

Nostalgia di ieri

Musica assordante..
quella più in voga
che più l'ascolti
e più il cervello inchioda

La tecnologia ci prende
le novità sono tante
disorientati ci si arrende
senza pensare al danno della mente.

Quel sentimento.. puro e semplice
un tempo nostro complice
allontanato.. ripudiato
quasi fosse un peccato...

Per essere alla moda
anche la fede.. va cancellata:
"qui e ora.. tutto e adesso
niente amore.. solo sesso"

Tutti per uno.. uno per tutti
tanti i fiori.. tanti i frutti
un paradiso ormai perduto
in un mondo sordomuto.

Senza concime l'albero perisce
il frutto non matura.. marcisce
la terra arida e fredda
soccombe sgomenta.

Cronaca d'oggi:
"colpito in mezzo a tanta gente..
nessuno ha fatto niente"
sentimento assente
coscienza indifferente.

Felici.. con l'ultimo iPad
simili a tanti robot
tirati a lucido.. fosforescenti
convinti di essere onnipotenti.

... E il malessere avanza.. dilaga
la tecnologia non paga
la felicità tanto agognata
sta in tutt'altra strada!

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • eleonora il 16/05/2014 16:55
    bellissima poesia mi è piaciuta molto peccato solo che ciò che dici sia tutto vero. sarebbe bello se ci svegliassimo un giorno da questo tipo di realtà e ci dicessero che è stato solo un brutto sogno...

1 commenti:

  • Ellebi il 05/12/2014 13:19
    Anche a me è piaciuta, scorrevole e diretta è piacevolissima alla lettura. Complimenti e saluti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0