accedi   |   crea nuovo account

SABBIA

Le ore che gocciolano
Dalla mia corolla,
Una dopo l’altra,
Mi insegnano
Il valore dell’acqua
E le sue misure

Immergo sempre,
A distanza di luci,
Le mani fatate
Nel sacco colmo
Di cristalline memorie

Rivolto grani colorati,
Compiaciute quantità

Se potessi vestirmi
Dell’indimenticabile
Futuro,
Traccerei a matita
Percorsi d’urgente
Aspettativa
In chi cancella
I propri e lascia fogli vuoti
A ingiallire,
Ammuffire

Catturata l’attenzione
Il cielo s’impregna,
Diluisce e scompone
Cromatismi,
Sfacciate sfumature

Ci riprovo…
Ma non mi riesce
Di riportare la mia clessidra al
Primo granello,
Primo passaggio.

Nessun vagito
Fu più sonoro del mio
Quando verde spuntai
Da sottoterra…

Nessun rosso è così vermiglio da
Quando il mio signore
Sopporta le mie spine
E cura i miei petali..

Intreccio il rame,
Profumo istinti,
Nutro affamate stelle
E guardo la luna
furba e misteriosa
Sfidare il sole
al silenzio del tramonto

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Alessio il 31/12/2013 09:08
    ottima complimenti
  • laura cuppone il 28/09/2007 01:22
    Antonio la tua sensibilità non lascia dubbi... grazie...
    ciao L
  • Antonio Guizzaro il 28/09/2007 01:18
    Questa poesia non è di facile lettura. Ci vedo l'abbandono alla parola, al senso musicale.
    Ma anche, forse, un segreto sentimento di inadeguatezza, di paura.
    Si fa leggere bene, come un'opera aperta.
    Occorre ripetere che sei brava?
  • laura cuppone il 26/09/2007 11:41
    sono contenta Marco..
    grazie
    ciao L
  • marco moresco il 26/09/2007 11:34
    mi piacciono soprattutto: "Una dopo l’altra,
    Mi insegnano
    Il valore dell’acqua
    E le sue misure" e "Traccerei a matita
    Percorsi d’urgente
    Aspettativa" e "guardo la luna
    furba e misteriosa
    Sfidare il sole
    al silenzio del tramonto"
  • laura cuppone il 24/09/2007 09:07
    ciao Sara... grazie del commento sempre graditissimo.
    ciao L
  • sara rota il 24/09/2007 08:38
    Poesia ricca di colori, sentimenti e sfumature che la rendono scorrevole e passionale in alcuni tratti...
  • laura cuppone il 23/09/2007 23:27
    grazie Raffaella... questo è un bel complimento...
    beh Vittorio, mi spiace... a qualcuno piace... l'aberrante...
  • Anonimo il 23/09/2007 23:06
    Io invece ho trovato meravigliosi proprio i primi versi... Sto leggendo piano piano le tue poesie e sto scoprendo che sono bellissime!
  • laura cuppone il 22/09/2007 10:58
    ciao Ugo... il tuo commento mi fa molto piecere...
    grazie
    ciao L
  • Ugo Mastrogiovanni il 22/09/2007 10:52
    Bellissima l’immagine del “poeta fiore” e pregevole il pulsare di questi versi che loro respiro agitato nascondono una grazia infinita.
  • laura cuppone il 21/09/2007 13:26
    PerVittorio...
    deciditi!!!


    per Riccardo, grazie..
    ciao L
  • Riccardo Brumana il 21/09/2007 13:23
    che bella!!! compimenti Laura!
  • laura cuppone il 21/09/2007 13:10
    per Vittorio:
    e chi se ne frega!!!
    ciao L
  • laura cuppone il 21/09/2007 09:24
    Grazie Vitt... grazie davvero...
    Aberrante?
    mah... l'aberrazione ha tante manifestazioni...
    grazie per avermi perdonato "affamate stelle"...
    ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0