username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Chi sono?

Come Narciso mi specchio nel lago
ma non è il mio riflesso quello che vedo.
È dunque uno scherzo questo in cui cado?
Chi si nasconde in fondo all'abisso?
Ti guardo e riguardo ma non ti conosco,
penso, ragiono, mi chiedo chi sei.
Scompari e riappari increspato dal vento.
Non è molto chiaro qual sia il tuo intento.
Vaga la mente tra mille pensieri
non ti rivedo e mi chiedo chi eri.
Forse un fantasma, forse un ricordo.
Forse il futuro in una sfera di cristallo.

 

8
6 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 22/07/2014 16:43
    Avvolgente e di bel fattezze da meritare lo plauso mio tutto.
  • Anonimo il 30/05/2014 11:41
    Un domandarsi che pone l'accento sulla ricerca interiore che l'autore ha inteso intraprendere. Apprezzabile proprio per questo, oltre che per la forma. Una ricerca che non si ferma ad una prima impressione, ma scava fino in fondo.
  • Rocco Michele LETTINI il 27/05/2014 07:46
    Chi sei? La poesia di un cuore che sa amarsi cercando sincero intorno.
  • marcello moiso il 25/05/2014 12:44
    Nel gioco di specchi dei tuoi versi l'immagine del profondo.
    Complimenti onesti e sentiti.
  • Greca Cadeddu il 24/05/2014 09:53
    Non amo molto le rime ma il senso la rende piacevole alla lettura, complimenti

6 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 30/05/2014 10:11
    Con versi intonati ed eleganti, il poeta percorre un itinerario di "riflessioni" ricco di svolte e sobbalzi alla ricerca di soluzioni originali, ricche sul piano intellettuale e artistico.
  • Aedo il 29/05/2014 19:39
    Poesia molto bella, ispirata dalla ricerca del profondo. Cerchiamo la nostra vera essenza, anche se non sempre ci ritroviamo. Brava!
  • Vincenzo Capitanucci il 26/05/2014 08:49
    probabilmente siamo tutti caduti in uno scherzo... ed il nostro vero essere non l'abbiamo visto.. forse era un fantasma.. forse un ricordo.. o una sfera di luminoso cristallo...
    ...
    piaciuta moltissimo... Eleonora..
  • Anonimo il 23/05/2014 19:20
    Lettura interessante. Probabilmente specchiarti nel lago hai visto una parte di te, forse quella più profonda e che non vuoi mostrare nemmeno a te stessa.
    La risposta, forse l'hai data tu, con la scritta sul tuo profilo che la condivido :ho iniziato ad amarmi quando ho smesso di voler piacere ad altri.

    Bella e originale poesia.
  • Anonimo il 22/05/2014 23:48
    Molto bella!
    Complimenti!!
  • danilo il 22/05/2014 13:50
    Brava, brava..
    intrigante, deliziosa e spumeggiante. Poesia...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0