username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il vento della vita

Un vento soffia...

La gente mi cammina accanto
ma non si accorge di me.
È come se fossi trasparente!
Nessuno vede la mia solitudine,
la mia sofferenza,
la profondità del mio dolore,
nessuno si accorge del mio malessere.
Ma veramente nessuno se ne avvede?

Il vento soffia sempre più forte...

Mi sento come un'ombra,
impalpabile come il fumo!
La tristezza mi attanaglia,
mi divora, mi scava dentro...
Avevo tanti sogni,
sono svaniti tutti...

Il vento della vita
li ha fatti volare via...

 

l'autore Cinzia Gargiulo ha riportato queste note sull'opera

Opera scritta il 27/04/2007.


un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

74 commenti:

  • Cinzia Gargiulo il 14/11/2011 09:49
    Ah bé Bruno sono rimasta sempre Cinzia... ... ma grazie in ogni caso della lettura di questa vecchia poesia.
    Buona giornata...
  • bruno guidotti il 14/11/2011 09:27
    Ciao Anna
    , ho letto casualmente questa poesia, complimenti è molto bella, ciao Bruno.
  • Cinzia Gargiulo il 03/09/2011 15:43
    Grazie Giacomo e Mario... scusate il ritardo...

    Ciao Delfino... 88... 3^^
  • Donato Delfin8 il 24/06/2011 16:04
    il vento soffia su ogni cosa... anche sul dolore e la solitudine..
    ah bè zi zi e meno male ché l'anima della vita!
    88x3
  • mario durante il 24/06/2011 00:09
    In fondo ci assomigliamo tutti, abbiamo nel nostro intimo le stesse sofferenze, solo di differenza c'è il modo di esternarla. Siamo tutti soli? Ci sentiamo tali?
    Forse non è così, ma ci sembra.
  • Giacomo Scimonelli il 03/06/2011 23:35
    è giusto che legga anche il passato di chi mi legge e commenta... ancora è un anno che sono con voi su questo sito... sei super amica mia
  • Cinzia Gargiulo il 03/06/2011 23:31
    Giacomo! Qual buon vento ti ha spinto da queste parti?...
    Grazie per aver ripescato questo vecchio scritto a cui in verità sono molto affezionata... e grazie per il complimento, troppo buono...
    Un abbraccio...
  • Giacomo Scimonelli il 03/06/2011 22:43
    sono bellissime le tue opere
  • Cinzia Gargiulo il 22/09/2010 00:39
    Errore tremendo... UN AUTORE... sostantivo maschile che non vuole l'apostrofo... Ah bè...è meglio che vado a letto sennò faccio casini... zì... zì...
    Buona notte Giusè...
  • Cinzia Gargiulo il 22/09/2010 00:33
    Grazie Giuseppe per il tuo graditissimo commento.
    Come dicevamo per conoscere veramente un'autore, se ci interessa, bisogna leggere anche le opere più vecchie per comprendere la sua evoluzione umana e letteraria.
    Questa mia vecchia opera si riferisce ad una fase della vita ormai superata e dalla quale sono uscita rafforzata e pronta per un nuovo amore.
    Bacioni...
  • Giuseppe Bellanca il 21/09/2010 19:46
    Si sente fino l'ossa la solitudine dei momenti vissuti, quando nessuno si accorgeva di te della tua esistenza del tuo io abbandonato, per fortuna che spesso la ruota gira e adesso il vento è diventato un caldo amore... ciao Cinzia molto bella questa tua poesia... un abbraccio.
  • Cinzia Gargiulo il 13/06/2010 17:08
    È vero Cristina certi momenti dobbiamo elaborarli noi e quando avviene e ci accorgiamo di avercela fatta a superarli acquistiamo la consapevolezza di una forza interiore che non pensavamo di possedere.
    Grazie per il tuo profondo commento.
    Ciao...
  • Anonimo il 13/06/2010 15:17
    In questa poesia si avverte il dolore profondo, quello che quasi tutti abbiamo incontrato almeno una volta nella vita. Quello che è talmente forte e quasi ingestibile, tanto da darci l'impressione che si veda da fuori, che si senta e che si avverta il suo odore.
    Ma siamo soli a doverlo gestire, ad elaborarlo e a guarire, nessuno può prendere il nostro posto, tocca a noi.
    Bellissima opera.
  • Cinzia Gargiulo il 06/03/2010 00:15
    Grazie Fuvell di essere passato... Comunque qui c'è una bella compagnia.
    A presto...
  • Fuvell Altego il 05/03/2010 21:17
    Bella ed immediata la tua poesia. È vero combacia esattamente con il senso della mia poesia "Solo nel mondo". Brava.
  • Cinzia Gargiulo il 27/06/2009 15:04
    Giuseppe grazie per essere passato. Tengo molto a questo scritto legato ad uno stato d'animo realmente provato. Credo che tutti in alcuni mimenti della vita ci sentiamo molto soli e soffriamo per l'indifferenza degli altri al nostro dolore.
    Per fortuna sono momenti che passano e dopo il buio ritroviamo la luce.
    In quanto ai sogni alcuni sono scomparsi per sempre ma ne ho di nuovi... sai con l'età anche i sogni cambiano e alcuni se non riesci a realizzarli da giovane devi abbandonarli per forza maggiore.
    Tu sei giovanissimo e ti auguro di realizzare tutti i sogni che hai dentro e di averne sempre di nuovi.
    Baci... e grazie anche per i "preferiti"...
  • Giuseppe Tiloca il 27/06/2009 14:35
    Grazie per avermi segnalato questa splendida poesia. Rispecchia qualche momento di me, in certe situazioni, ''del dolore'', la mia poesia, rispecchiava un po' anche questa, nessuno si accorge del dolore che provavo, e che tutt' ora provo... Per i sogni... be i miei spero che non spariscano mai, trasportati dal vento, li terrò stretti, senza lasciarli andare. Bellissima poesia, nei preferiti. Giuseppe
  • Cinzia Gargiulo il 20/12/2008 10:39
    Ok Donato, ti aspetto... ancora grazie...
  • Donato Delfin8 il 20/12/2008 01:35
    piano piano...
    a presto
  • Cinzia Gargiulo il 19/12/2008 22:07
    Grazie Donato per l'attenzione che mi hai dedicato oggi.
    Un bacio...
  • Donato Delfin8 il 19/12/2008 18:44
    È un vento che ci accarezza silenzioso ma avvolte e' devastante. ottima chiusura!
    grazie
  • Cinzia Gargiulo il 03/12/2008 18:02
    Rik grazie per il tuo commento che ho scoperto solo ora...
    Adesso ci sono sogni diversi...
    Un abbraccio...
  • Rik Forsenna il 19/11/2008 23:48
    purtroppo spesso è così... ma vedrai che un sogno è rimasto in te... e il vento della vita non può farlo volare via...
  • Cinzia Gargiulo il 16/11/2008 21:04
    Paola e Adamo mi scuso per il ritardo con cui vi ringrazio per i vostri commenti ma per questa poesia non capisco perchè ma non mi arrivano le notifiche dei commenti che vedo solo quando periodicamente passo a controllare.
    :bacio:ni ad entrambi
  • Adamo Musella il 22/10/2008 23:51
    Siamo invisibili, siamo anime che si incrociano, percorriamo strade stabilite uno di fianco all'altro. Siamo una compagnia e tutti insieme scriviamo le tue parole. Molto brava Cinzia baci ancora
  • Paola Bonc il 17/10/2008 10:44
    è proprio vero a volte le persone sono talemente assenti che non si accorgno nemmeno di chi c'è al fianco, magari soffre o magari no... ma non se ne accorgono.. Ci sono così poche persone rivolte al prossimo, è inivitabile che ci si senta soli... Bella!!
  • Cinzia Gargiulo il 20/08/2008 01:13
    Vincenzo caro, posso chiamarti caro?... Mi dispiace tanto per quello che hai passato... L'indifferenza della gente è una brutta bestia, uccide ancora di più chi già sta soffrendo per tante amarezze della sua vita.
    Madre Teresa di Calcutta diceva: "“La più grave malattia non è la lebbra o la tubercolosi, ma il sentirsi indesiderati, trascurati, abbandonati da tutti. Il male più grande è la mancanza di carità, di amore, l’indifferenza verso il proprio fratello che vive ai margini della società, vittima dello sfruttamento, della corruzione, della povertà e della malattia.”
    Per quanto riguarda i sogni forse la vita ci porta a ridimensionarli, certo quelli che ho oggi non possono essere gli stessi che avevo a 20 anni, quelli sono volati via per sempre.
    Grazie per le tue belle parole anche tu sei un dono per me ti leggerò con calma.
    Un :bacio:
  • VINCENZO ROCCIOLO il 19/08/2008 12:58
    Ho provato anch'io quello che hai provato tu, Cinzia, e se vai a leggere le mie poesie, ci trovi molti riferimenti all'indifferenza della gente, la gente che ci passa accanto distratta, assente, presa dai propri pensieri, incapace di vedere la sofferenza altrui, il disagio, lo star male.
    Io ho pianto per la strada, Cinzia; ho pianto quando stavo veramente male, cercando, senza riuscirci, di nascondere le lacrime, per pudore, per vergogna. Ma le lacrime, quando sgorgano dal cuore, e non dagli occhi, non si possono fermare, e camminavo, camminavo e piangevo.
    Nessuno mi ha mai chiesto niente, nessuno si è mai accorto di niente; quel senso di trasparenza di cui tu parli è quello che ti distrugge dentro, perché ti priva della tua essenza corporea e non dà dignità e sollievo al tuo dolore.
    Quanto ai sogni... lasciamo perdere! Eppure, non bisogna mai smettere di sognare. La vita può riservarci belle sorprese da un momento all'altro.
    Oggi sto conoscendo te e le tue poesie, e per me è già bello.
    Un abbraccio forte.
  • Cinzia Gargiulo il 24/06/2008 22:58
    Lamberto e Alberto grazie per i vostri commenti che scopro ora per caso perchè non mi sono stati notificati... Alcuni sogni non si potranno più realizzare e me ne sono fatta una ragione, ma ce ne saranno altri...
    Un abbraccio ad entrambi...
  • Alberto Veronese il 22/06/2008 16:18
    attimi dolorosi, bella poesia, coraggio il Vento spazzerà via tutto.
  • Cinzia Gargiulo il 15/05/2008 09:10
    Grazie Francesca. Ci sono sogni che non possono più tornare ma se ne possono avere altri...
    Un abbraccio...
  • Cinzia Gargiulo il 15/05/2008 09:06
    Ciao Flavia, scusa il ritardo ma qualche volta non mi arrivano le notifiche dei commenti alle poesie. Si qui ci sono tanti amici, ma nella vita reale sono tutti più "distratti"...
    Grazie per le tue belle parole.
    Un abbraccio...
  • francesca morosi il 11/05/2008 10:18
    molto triste, ma davvero stupenda. spero che il tuo vento si volti verso più sereni orizzonti e ti riporti i tuoi sogni infranti Cinzia. Un abbraccio, FX
  • Anonimo il 10/05/2008 09:00
    Il "vento della vita soffia" e trasporta con se il più grande peccato, secondo me, della società moderna: l'indifferenza...
    Hai visto quanti commenti, Cinzia, alla tua opera??? Probabilmente qui, in questo sito, in questa realtà, in questo piccolo mondo di "poesie e racconti" non sei solo "un'ombra impalpabile"...
    Bello il parallelismo tra il vento che indomito continua a soffiare e i sentimenti di tristezza e di solitudine che ti avvolgono del tutto... Brava, Cinzia.
  • Cinzia Gargiulo il 05/05/2008 20:43
    Per Ada, Eleonora, Suzana, Maria Rosalba, Roberta...
    Perdonatemi se non vi ho risposto prima, mi sono accorta solo oggi, per caso, dei vostri commenti. Non so perchè, ma solo per questa poesia mi accade che i commenti non mi vengono notificati.
    Significa che ogni tanto mi farò "un'affacciatina".
    Grazie a tutte voi per le belle parole e per la vostra amicizia.
    Un :bacio: a tutte.
  • Roberta Nestola il 03/05/2008 21:40
    Molto toccante, cara cinzia le tue parole mi colpiscono sempre, complimenti!
  • Rosy Rosalba Piras il 17/04/2008 19:39
    bravissima, Cinzia anche questa poesia è splendida... un bacio Rosalba
  • suzana Kuqi il 26/03/2008 00:07
    bellissima, avevi ragione, esprimi un po più di me. Un abbracio Suzana.
  • Eleonora Carpitella il 12/03/2008 16:08
    Bellisssima poesia! by Ele
  • Eleonora Carpitella il 12/03/2008 16:07
    condividere le stesse sensazioni fa sembrare il mondo un po più piccolo e raccolto anche se solo per il breve tempo di leggere una poesia è bello pensare di abbracciare con le parole un infinito tanto impalpabile che ha bisogno solo di affetto e di scacciare la solitudine. Il vento soffia via molte cose, il tempo stesso, le cose brutte ma anche quelle più belle. Sono fiduciosa, non l'avrà vinta sempre il dolore! Un giorno si riuscirà a trovare il modo per mandar via anche la tristezza
  • Ada FIRINO il 23/12/2007 01:00
    Bella poesia, Cinzia, di un'amarezza soffocante! Solitudine che diventa invocazione! Tu passi tra la gente del mondo, ed il mondo non si accorge di te! Troppo occupato a correre verso... il nulla... troppo poco sensibile a cogliere lo sguardo di due occhi tristi! Conosco molto bene questa solitudine che ti fa mancare la terra sotto i piedi... e questa amarezza. Ti rimando alla mia poesia "Un incontro".
    Coraggio, Cinzia! Noi ti vogliamo bene.
    Ada
  • Cinzia Gargiulo il 23/11/2007 21:33
    Sara grazie del tuo commento e di avermi notata!!... Scusa se ti rispondo solo ora, ma ho scoperto per caso questo commento che non mi era stato notificato...
    Un abbraccio.
  • sara rota il 08/11/2007 20:27
    Si sa... non tutti notano tutti... io leggendo questa tua opera ho dimostrato di notarti almeno un po' e spero che almeno un po' questo ti faccia sentire più serena e felice. Sogna... sogna per sempre.
  • Cinzia Gargiulo il 25/10/2007 22:33
    Enza dai tuoi scritti ho capito che siamo in sintonia su molte cose... Ti abbraccio con affetto.
  • Cinzia Gargiulo il 25/10/2007 22:30
    Ignazio grazie per avermi svelato il tuo nome!.. e per il commento ovviamente...
    Un caro abbraccio.
  • Cinzia Gargiulo il 25/10/2007 22:27
    Gianni sei un tesoro!! Possibile che la donna che ti ha perso non se ne sia accorta? Speriamo che il tuo messaggero faccia suonare al più presto le campane nel mio cuore... Un forte abbraccio.
  • Anonimo il 25/10/2007 22:15
    Siamo quasi in sintonia... ma la solitudine sta diventando un male comune...è questo mondo sempre più egoista che ci fa sentire così... brava!
  • Aedo il 22/10/2007 18:43
    La tua poesia é meravigliosa: mi sono tuffato nelle svariate emozioni, che contraddistinguono il tuo mondo interiore. Molti, immersi nel vuoto della società, ci passano accanto indifferenti, mentre vorremmo gridare la nostra ansia di libertà e il desiderio di ascoltarci un po'. E così scorre il vento della vita, risucchiato dal tempo che non lascia tregua.
    Complimenti, Cinzia!!

    Ignazio
  • Giovanni... il 21/10/2007 09:54
    Mi ricorda tanto la tristezza che goccia dopo goccia pioveva nel mio cuore,
    quando spensi il sogno di un grande amore,
    ti mando un messaggero d’amore affinché nel tuo cuore risuonino le campane e risplenda il sole.

    Un caro abbraccio …. Gianni.
  • Cinzia Gargiulo il 17/10/2007 21:58
    Grazie Chicco per il tuo commento... si oggi molta gente preferisce essere "distratta"e non vedere la sofferenza altrui per non complicarsi la propria vita...
    A rileggerci.
  • Chicco Tatino il 17/10/2007 21:19
    La trovo molto forte, tagliente, grondante sofferenza e dolore... anche rammarico per l'indifferenza, altrui, che è sempre gratuita elesinata a mani piene. Non è facile guardare dentro, ma spesso la solitudine trapela negli sguardi e nei gesti, basta essere attenti... forse pura utopia almono d'oggi. Una poesia sofferta.
  • Cinzia Gargiulo il 15/10/2007 22:11
    Certo Luigi, quando la solitudine la scegliamo è dolce perchè è un ritrovarsi con se stessi che fa molto bene. Se invece è la conseguenza di un abbandono è molto dolorosa.
    Grazie del commento.
    Alla prossima.
  • Luigi Lucantoni il 15/10/2007 21:59
    Suggestiva, tuttavia la solitudine può anche essere soave e generosa, quando ci si fa l'abitudine almeno è quello che si può provare.

    PS: grazie del commento
  • Cinzia Gargiulo il 12/10/2007 19:56
    Ciao Dario, mi sono accorta solo ora di non averti ringraziato per il tuo commento a questa poesia, eppure sei stato il primo... mi è sfuggito, scusa...
  • Cinzia Gargiulo il 12/10/2007 07:06
    Sei molto caro Luciano, come sempre... Un abbraccio anche a te.
  • Luciano Sansone il 12/10/2007 00:03
    Grande Cinzia, sei stupenda quando scrivi. Questi versi sono di una dolce amarezza (mi concedi questo contrasto?).
    È vero la gente è talmente presa dal materialismo quotidiano che non s'avvede di chi, a pochi passi, in silenzio soffre. Un abbraccio.
  • Cinzia Gargiulo il 08/10/2007 03:23
    Grazie Luigi, sono lusingata dal tuo commento e mi fa piacere che mi stai leggendo... le mie più che poesie sono emozioni scritte, tutte vere...
    A presto.
  • luigi deluca il 07/10/2007 17:30
    ti sto leggendo in ordine, con calma, e delle prime tre, questa MI PIACE! È vera, è amara e sofferta, "impalpabile come il fumo..." molto elegante, gigi
  • Cinzia Gargiulo il 07/10/2007 01:05
    Grazie Edoardo per le tue belle parole.
    Ciao
  • Edoardo Cossu il 06/10/2007 21:22
    Gran bella poesia, i versi conclusivi ti toccano il cuore... non auguro mai a nessuno di provare solitudine... ancora complimenti...
  • Cinzia Gargiulo il 01/10/2007 22:41
    Grazie Roberto, mi fa molto piacere ricevere i tuoi commenti perchè ammiro il tuo modo di scrivere. Spero continuerai a leggermi...
    Un caro saluto.
  • roberto mestrone il 01/10/2007 12:50
    Momenti di profonda riflessione di un anima triste...
    Pensieri molto appassionati, Cinzia.
    Brava!
    Ro
  • Cinzia Gargiulo il 27/09/2007 22:43
    Ciao Franco! Sono molto contenta che hai letto la mia poesia, ho fatto lo stesso con te. Visto che scrivere è la tua passione aspetto altre tue opere per leggerle ancora.
    A presto.
  • Cinzia Gargiulo il 27/09/2007 20:14
    Grazie ancora per avermi letto Anna.
    Ciao
  • Anna Bona il 27/09/2007 19:54
    che bella!!! mi piace molto...è parecchio profonda e sensibile!! complimentoni!
  • Cinzia Gargiulo il 27/09/2007 19:35
    Grazie Ugo per le tue belle parole. Ho cominciato a scrivere per me stessa un po' di anni fa, per dare sfogo alla gioa o al dolore a seconda delle fasi della mia vita. Mai prima d'ora avevo fatto leggere ciò che scrivo per pudore...
  • Ugo Mastrogiovanni il 27/09/2007 10:56
    Cinzia Gargiulo affida il suo dolore a versi encomiabili, con un’analisi dettaglia di chi la circonda, e forse sa che può sfruttare questi gli stati d’animo per avvicinarsi ad un lirismo sempre più puro.
  • Cinzia Gargiulo il 24/09/2007 23:27
    E già Raffaella, hai proprio ragione. Un caro saluto.
  • Anonimo il 23/09/2007 23:31
    No Cinzia la gente non vede nè capisce il tuo dolore se non sei tu a mostrarglielo o a spiegarglielo anche con pochi gesti, come una lacrima.. Solo noi possiamo decidere quando e come esorcizzare il nostro dolore prima di tutto riconoscendolo e poi affrontandolo. Un bacio
  • Cinzia Gargiulo il 22/09/2007 10:06
    Grazie Claudio per il tuo commento...
    Si, anche il vento prima o poi si calma... La vita è così, un alternarsi di momemti bui e momenti di luce, una volta capito questo quando c'è il buio bisogna saper aspettare che la luce ritorni a splendere.
    Saluti
  • Cinzia Gargiulo il 22/09/2007 10:00
    Grazie Riccardo per avermi "notato"...
    Alla prossima..
  • Riccardo Brumana il 22/09/2007 00:31
    io ti ho notato per quello che può valere...
    coraggio, poesia molto intima... bellisima!
  • Claudio Amicucci il 22/09/2007 00:18
    Anche il vento poi va via e torna il sole. Ciao Claudio
  • dario spelorzi il 20/09/2007 23:24
    ci sono momenti bui nella vita, in cui tutto ci sembra nero e indifferente, ma poi improvvisamente un raggio di sole e tutto torna a sorriderci. ciao dario

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0