accedi   |   crea nuovo account

Insistentemente

Songu rimastu senza voce
a furia e parlà
de n'omo e la sua onestà,
li 'cchiu cu arecchie
e mercante, da là l'esce
e da ca le trase,
e quannu me presentu,
su li soliti quattro
a plaudir lo meo decanto.

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 24/05/2014 10:07
    Insistentemente cocciuta... È doveroso e non peccare, battersi per un fine... Sarà miracolosa raccolta vedrai Don il tuo eloquente quotidiano decantar... SERENA GIORNATA.

1 commenti:

  • Vincenzo Capitanucci il 24/05/2014 10:31
    siamo tutti troppo sordi... caro Don.. ognuno ebbro della propria voce... non credo però che le anime possano marcire...(riferendomi ad una altra Tua poesia)... gli uomini probabilmente sì...
    ...


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0