username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La pagina bianca

A volte
invece di scrivere
e
di condire con olio di ricino le nostre insalate

piantando
verbene di pianto nei nostri assoluti empirei

meglio sarebbe attraversarla la pagina bianca

e
veder bene quale magia si presenta a noi dall'altra parte

d'altra parte
dicono però
che non si possa più

poi

dopo aver visto

rivoltar pagina

e
tornar a suonar il liuto

 

2
1 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuliano cimino il 28/05/2014 00:35
    è una delle cose piu belle della poesia viaggiare e sognare davanti a un foglio e proiettarcisi dentro
  • roberto caterina il 26/05/2014 17:10
    eh no, non si può fare, esiste una certa irreversibilità anche nella poesia, una volta superato il confine incolmabile del desiderio è difficile poi farvi ritorno...
  • Rocco Michele LETTINI il 26/05/2014 13:39
    Non posso che complimentarmi per quanto riesci a forgiare con maestria... stupendooooooooooooooooooooooo
  • Anonimo il 26/05/2014 11:43
    In effetti, non si tratterebbe di giramenti di pagine, ma di frittate con supercazzola a scappellamento postero laterale e abboccamento di ciufoli.
    Questa mi piace molto Vincé!

1 commenti:

  • Anonimo il 26/05/2014 17:05
    bravo come sempre vincè anche, i commenti idem quello di salva mi ha fatto sorridere

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0