PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Forse era un sogno

Dicesti: ritorno,
ma non sei venuta
non t'ho mai conosciuta,
non c'ero quel giorno
e se t'ho aspettato
l'ho forse scordato;
ora son stanco
e anche invecchiato.
In quel giorno lontano
mi portavi per mano?
Un'intensa presenza,
nel vuoto d'assenza?
Mi sembra un po' strano
se poi fosti un sogno,
uno spettro, un fantasma,
una vaga illusione,
un'orgasma d'allucinazione;
comunque lo escludo
e quindi ora chiudo,
non sento ragione.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Francesca La Torre il 22/01/2015 16:34
    Bellissima, ti diro'.. mi ha lasciata senza parole, era un sogno o un amore?
  • Giulia Gabbia il 02/07/2014 10:59
    un immaginario sogno probabile realtà in un profondo sentimento.. mi è piaciuta
  • Anonimo il 02/06/2014 22:34
    Caro Ugo, c'è un tempo per ogni cosa... anche per sognare l'amore!
  • Francesco Andrea Maiello il 01/06/2014 12:27
    Se essere il più vecchio fa scrivere così, voglio diventarlo al più presto con la poesia che non mi farà mai morire!
  • francesco contardi il 30/05/2014 16:37
    belle come sempre le sue poesie sig. Ugo! e grazie per il commento sulla mia poesia! ancora grazie e bravissimo, Francesco.
  • Rocco Michele LETTINI il 30/05/2014 14:14
    Una poesia che scorre nell'amarezza d'un sogno d'amor... Mirabile per contenuto e tecnica... IL MIO ELOGIO...

10 commenti:

  • silvana capelli il 21/07/2014 12:48
    le tue poesie sono stimolanti, fanno riemergere nella mente l'amore della persona amata ormai da tempo volata... lassù.
    molto bella!!!
  • Fabio Mancini il 07/06/2014 12:05
    Sogno o non sogno? Reale o non reale? Cos'è l'uomo se perde la capacità di interagire con i propri simili o/e con l'ambiente circostante? La finitezza dell'uomo si commisura soprattutto con i propri limiti. Bella poesia e ottimo incipit! Ciao, Maestro. Fabio.
  • nicoletta spina il 02/06/2014 21:56
    C'è un limite sottile fra realtà, sogno e illusione in questa bellissima poesia, che sfuma nell'onirica visione e con malinconia si riprende nella ragione. Meravigliosa!!
  • Anonimo il 02/06/2014 17:02
    Probabilmente una realtà vissuta come un sogno...

    Bellissima Ugo, tutte le sue poesie sono belle e profonde.
    Complimenti.
  • Chira il 30/05/2014 19:27
    Domande e risposte in contraddizione per un amore chi lo sa... sognato o meno piacevolissimo leggerne.
    Chiara
  • loretta margherita citarei il 30/05/2014 18:35
    è un piacere leggerti, certi amori durano poco ma lasciano segni indelebili, buon weekend
  • Vincenzo Capitanucci il 30/05/2014 18:11
    un amore divenuto per la ragione fantasma...
    ...
    bellissima Ugo..
  • Margherita Lo Iacono il 30/05/2014 17:28
    tristemente bella e piena di amarezza per qualcosa che doveva essere e non è stato
  • Ellebi il 30/05/2014 13:46
    Bellissima e amara poesia che sembra chiudersi con una punta di risentimento, ma si tratta di uno sfogo per ritornare alla realtà. Complimenti e saluti.
  • Anonimo il 30/05/2014 13:30
    probabilmente non era un sogno... l'ho molto apprezzata ugo sempre profondo e bravo un abbraccio con stima carla

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0