PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Ancora male, ancora vita

Ho conosciuto il mondo,
tramite i suoi abitanti.
E
spesso
non mi è
piaciuto.
Ma navigando il mio mare
sulla cresta dell’onda
ho attraversato spazio e tempo
facendomi cullare
da un indizio di gloria
e beandomi di sole.
Poi
c’era di nuovo il mondo,
e la sua realtà,
e ancora il mondo,
e la sua gente,
che scruta attraverso
le sue lenti spesse
e non sa
di avere gli occhi sani.
E nell’abisso
dei miei sogni di morte
ho assaporato il nulla,
tornando
con la bocca amara
e la lingua ruvida
e con quel
vago
senso di nostalgia
che chiamiamo speranza
ma che è solo
consapevolezza:
di poter essere
ancora
ma
che
non
sarà
per
molto.

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • Lady No il 20/10/2007 17:51
    Grazie EKIPS. Fa piacere essere apprezzati. Lady No
  • EKIPS _ il 20/10/2007 16:17
    Pessimismo romantico. Questo leggo nelle tue opere. Ben scritta ed apprezzata! Un saluto.
  • laura cuppone il 21/09/2007 01:23
    troppo pessimista ma è la tua esperienza...
    ma non tutti hanno lenti spesse..
    forse non tu che srivi..
    forse non chi ti legge...
    ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0