accedi   |   crea nuovo account

Destino crudele

La tua vita scorre veloce lungo le sofferenze della terra e la tua anima s'infrange su una nuvola che è tra te ed il cielo.
La mia gioia finisce dove comincia il tuo dolore, la tua sofferenza; sottile è il confine tra la gioia e la malinconia.
Io ho di te i ricordi dei tanti giorni trascorsi insieme, delle lunghe passeggiate sulla spiaggia e dei tanti pomeriggi passati al cinema.

Troppa tranquillità c'era nell'aria, troppo davvero, ma nelle mie notti una profezia cercava di farmi riflettere su una dura realtà. Non ho mai capito cosa volessero comunicarmi quei sogni, bagagli di scene tristi e sofferenti, sottile confine tra il reale e l'irreale, immagini che invano hanno cercato di trasmetermi ciò che non avrei voluto che mai s'avverasse.

Il tempo che non ha mai rallentato la sua corsa verso il futuro ora si è fermato ed è destino crudele vederti e vederci soffrire impotenti dinanzi ad un mondo che non conosce più amore e si consuma ogni giorno sempre di più.

Sono orgoglioso di essere stato figlio di un onesto lavoratore, padre esemplare, di colui dal quale ho ereditato la semplicità di vita e l'orgoglio di una perfida onestà che non ha risparmiato neanche te, che dell'altruismo hai fatto la tua immagine di vita.

Sono sicuro che continuerai ad amarci da lassù come hai fatto quando eri con noi ed io continuerò a volerti bene consapevole che ora più che mai mi manchi davvero.

A mio padre!

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0