PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Al di là di quel che sono

Se la mia mente contenesse
le conoscenze, potrei sentirmi
come un uomo che considera
la conoscenza degli altri simile
all'elemosina di un poveraccio
la cui unica ricchezza che ha
è il corredo che indossa.
Se il mio cuore fosse un giardino
proverei buoni sentimenti
non sarei iracondo e la positività
sarebbe il timone del mio agire.
Se il mio corpo non venisse graffiato
dal tempo, avrei una corporeità
simile a quella degli Angeli, mentre
la volontà che possiedo è spesso incerta
il passo traballante, lo sguardo annebbiato.
Se non esistesse la Grazia di Dio
sarei un mucchietto di ossa inaridite
e carne destinata alla corruzione
ma se considerassi, anche solo per un momento,
il mio corpo come terra sotto cui
palpita il seme eterno dell'Anima
allora potrei fare qualsiasi sogno:
volare anche senza avere le ali
e se soffrissi di vertigini, l'ebbrezza
del volo guarirebbe ogni mio male.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 07/06/2014 15:42
    Un bella e profonda consapevolezza del proprio essere e del proprio andare. Molto apprezzata!

2 commenti:

  • Linda Tonello il 30/07/2014 19:54
    Molto profonda e pensata. Con la mente si può fare tutto...
  • Eugenia Toschi il 07/06/2014 10:59
    L'ANIMA è un'energia meravigliosa, dobbiamo solo ascoltarne l'eco delle vibrazioni...(La tua poesia è molto vera, un sentimento che appare a molti di noi.)

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0