username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Lievi i rami

Lievi i rami di foglie ancora nudi
carezzano l'azzurro d'acque e cielo
nell'ora declinante dei bei raggi
li stende dalla riva il faggio al lago
accanto ad una palma chiome verdi
ed un cipresso siccome un pennello
contrasta d'ombra la luce dei colori
mentre anatre posano in letargo
schivando delle onde i mossi ricci
per il piacere del mio cuore stanco
cui diletto natura offre di sogni.

 

4
5 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 12/10/2015 04:56
    apprezzata complimenti
  • vincent corbo il 09/06/2014 06:43
    Questa è una vera poesia, molte in questo sito sono riflessioni in versi.
  • Rocco Michele LETTINI il 08/06/2014 22:02
    Uno scorrere naturale... Fantastici versi Michele...
  • francesco contardi il 08/06/2014 19:44
    la natura con verseggio lieve e, appunto, naturale! ciao Francesco
  • Anonimo il 08/06/2014 17:32
    Soave come brezza di lago che dona pace e incanta ad ascoltare quei teneri versi.
    Complimenti.

5 commenti:

  • Ellebi il 09/06/2014 00:00
    Molto bella, classica, complimenti e saluti.
  • loretta margherita citarei il 08/06/2014 19:58
    molto bella complimenti
  • Michele Prenna il 08/06/2014 19:48
    Grazie a tutti!
  • eleonora il 08/06/2014 18:04
    bellissimo momento di beata tranquillità. si sogna sempre.. nella pace della natura. bellissima descrizione complimenti.
  • Antonino R. Giuffrè il 08/06/2014 17:04
    ... bravo michele, stile classico ed efficace.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0