PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Io e l'io

Ne l'alma mia ribelle
chi ci prova lascia la pelle
eppur tal bestia io non sono
ma non mi sento oggi all'unisono.

E a le mie dame belle
lascio le selle
su cavalli che io dono
pe' 'no complicato perdono.

E tu piccino piangi
non avendo trovato
li promessi paggi.

A la fin poi taci
avendoti cavato
mille e mille baci.

 

0
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 13/09/2014 10:45
    Molto molto carina, intensa e piacevole nella sua essenziale brevità. I miei complimenti.
  • Anonimo il 15/06/2014 12:05
    bel sonetto don il mio elogio
  • Rocco Michele LETTINI il 12/06/2014 16:19
    Un sonetto per farsi capire nel cuore e nell'animo... MAGNIFICO DON

1 commenti:

  • giusy il 14/06/2014 18:27
    Bellissima, molto bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0