PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Usignolo

Un piccolo usignolo appena nato
a cantare aveva provato...
subito la cornacchia impicciona
disse ridendo, ma chi è che stona,
non pensando che col tempo l'usignolo
avrebbe cantato e lei solo gracchiato.

 

0
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 05/11/2014 11:10
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua bellissima.
  • Rocco Michele LETTINI il 13/06/2014 08:29
    Ún'ironia pregna di veritate... Non resta che encomiarla e magnificarti...
  • Anonimo il 13/06/2014 07:45
    In ogni realtà c'è sempre una cornacchia che gracchia, nera, brutta, invidiosa e bugiarda... ne conosco una pure su questo sito.
    No, non sei tu Annarita, tu sei un usignolo!

3 commenti:

  • eleonora il 13/06/2014 18:20
    molto bella davvero mi è piaciuta!
  • Fabio Mancini il 13/06/2014 17:46
    Magnifica! Bella, semplice e profonda! Illuminata dalla Musa! Ciao, Fabio.
  • Anonimo il 13/06/2014 07:51
    Eh queste cose, capitano anche fra gli umani, c'è chi canta e chi gracchia!
    Questa tua mi piace, mi piace e mi piace! Perchè è simpatica e semplice... e solo tu le sai scrivere così!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0