accedi   |   crea nuovo account

Davvero, testone

Prassi caparbia
perdite al Sito adduce.
L'ìnfero, a un passo!

 

3
8 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 18/06/2014 07:42
    Sappiamo vivere senza un'autorità che ci controlli...? questo sitò è un meraviglioso esperimento di anarchia.. ed anche malfunzionante per esasperare ancor di più gli animi.. se l'infero è a un passo.. lo è anche il paradiso...
  • Don Pompeo Mongiello il 15/06/2014 10:52
    Purtroppo fra questi commenti ci sono voci non sincere, dicono una cosa e ne pensano altro. La poesia di per se è fantastica, ma chi ha fiele in bocca non dovrebbe parlare.
  • Nicola Lo Conte il 14/06/2014 22:41
    Mi sono affezionato al sito, dunque invito tutti a protestare per ciò che non va, continuando tuttavia a pubblicare. Cerchiamo di essere corretti e leali tra noi, ignorando le provocazioni, che pure ci sono.
  • loretta margherita citarei il 14/06/2014 19:03
    questo sito nn è male,, se fosse controllato sarebbe un gioiellino, concordo con te rocco
  • roberto caterina il 14/06/2014 17:57
    non avevo considerato la possibilità che un sito intermittente potesse costituire un percorso iniziatico... carina l'idea, ma penso che quel che scriviamo debba trovare una sua ragion d'essere al di là del sito e dei suoi momenti in ciò che ci sforziamo veramente di rappresentare a noi stessi...
  • Anonimo il 14/06/2014 16:57
    Roba da passi, quando s'instaura una prassi, senza alcun controllo da fassi, sembra da camminare tra i sassi. Tutti siam buttati all'ammassi e, prima o poi, fuggiam via per non dannassi.
    E pur si move, diceva quello, che non era lo stesso, ma quell'altro, e ogni cosa c'accade, cade su la testa che cade, forse voluta da quel sito ch'è ito, ancor prima di noi, a dannasse.

    Caro Rocco, la vita ci presenta già un conto salato da pagare ogni giorno. Se questo è quello che dobbiamo sopportare per il piacere di scrivere e per far guadagnare il sito, con la pubblicità e il lavoro nostro, bello o brutto che sia, c'è da percorrere soltanto la strada che porta verso l'uscita, visto che tutte le altre l'abbiamo già percorse... ma ogni cosa a suo tempo!

8 commenti:

  • Anonimo il 15/06/2014 15:14
    Don Pompeo mi ha scritto questo in privato:

    "Non volendo allungare all'infinito i commenti su l'ultima di Rocco, ti dico i nomi: Paola Collura, Salvatore Linguanti e la Citarei, aggiungendo che non mi mancano i vostri commenti, ma la vostra amicizia, scrivo troppo di getto, infatti direttamente on line, e a volte è troppo tardi. Sappiate comunque che Vi stimo, anzi Vi voglio bene."

    Per Don Pompeo:
    Da parte nostra, ancora una volta, siamo disponibili a metterci una pietra sopra; non serbiamo rancore.
    Ci tengo a precisare che siamo sempre stati leali e abbiamo sempre detto quello che pensavamo.
    Un saluto a Don Pompeo e a Te Rocco.
  • Anonimo il 15/06/2014 11:50
    non c'è più controllo credo che chi entri per caso ne esca scappando via... un vero peccato...
  • Anonimo il 15/06/2014 11:28
    Per Don Pompeo:
    E dille 'sti nomi!
    Non ti abbiamo più commentato perchè ci hai offeso parecchio, con le tue dediche in poesie e su aforismi. È falso il tuo commento di sotto, quando dici: "Comunque sarebbe meglio evitare di scrivere poesie o aforismi provocatori" quando tu l'hai fatto a go go...
    Ti abbiamo pure difeso dalgli attacchi verso di te, ma l'hai dimenticato. Con te, ci abbiamo solo rimesso.
    Scrissi una poesia dedicata a te e la rimetto qua:

    AL POETA CHE ORIGINALE E'

    A te, collega di penna
    che ritenevo amico
    che stimavo come poeta
    vorrei dire che:
    non sono le belle parole
    né le belle poesie
    infarcite di finti valori
    che fanno di un uomo
    un vero Uomo,
    ma l'umiltà
    il rispetto altrui
    e le azioni fatte.

    Entrata sul sito,
    fosti il primo a difendermi
    e l'ultimo ad offendermi.

    Gli esseri siamo
    tutti uguali
    tranne nella viltà...
    amico mio caro!


    Con te, ho chiuso, rassegnati Don Pompeo.
  • Don Pompeo Mongiello il 15/06/2014 10:55
    Comunque sarebbe meglio evitare di scrivere poesie o aforismi provocatori.
  • Don Pompeo Mongiello il 15/06/2014 10:54
    Non si riferisce certamente a te, ma non mi va di far nomi, qui ce ne sono ben tre.
  • Anonimo il 14/06/2014 19:40
    Senza regole, senza controlli è come una macchina senza freni, prima o poi si schianterà... aiutooooooooooooooooo!!!!!
  • Anonimo il 14/06/2014 16:57
    Mi sono rimasti gli applausi sul pc
  • eleonora il 14/06/2014 15:53
    o forse questo è proprio l'inferno da cui è necessario passare per imparare una lezione e passare al girone successivo. anche noi dobbiamo completare il nostro viaggio. chi se ne va forse ha completato il viaggio oppure non era pronto ad affrontarlo. le tue parole fanno riflettere. buona giornata Rocco!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0