accedi   |   crea nuovo account

Un sognare strano?

Passo dopo passo
ho camminato
per vie malagevoli.

A volte
- lentamente -
il penare,
mio malevolo,
mi scorava.

A volte
- affrettatamente -
la speranza,
mia solidale,
mi spronava.

Un giorno
d'esausto peregrinar,
in uno spazio
di campagna
tra fiori di camomilla
abbandono
il mio corpo,
il mio vivere,
il mio ansimare.

Il sonno
mi vince.

Sarà una morte
temporanea
in anni
di mutanza
terrena,
in anni
di cangiare
umano?

Sarà
il mio risveglio
- panacea -
d'amore,
- linfa -
di candore?

Sarà
questo
solo sognare?

O
pazzia
per un sognare
ammattito?

 

4
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • carlo amodei il 21/06/2014 11:30
    il sogno che si cerca, non sai dove ti porta; ti svegli consolato o triste ed angosciato? Molto bella!
  • loretta margherita citarei il 18/06/2014 15:02
    molto originale, un sogno impazzito, bravo rocco
  • roberto caterina il 18/06/2014 09:15
    è un po' del tipo "nel mezzo del cammin di nostra vita...", ma il sognare ammattito è proprio bello, bravo Rocco..

2 commenti:

  • Eugenia Toschi il 18/06/2014 20:09
    Molto bella... complimenti Michele.
  • Vincenzo Capitanucci il 18/06/2014 12:57
    solo un sogno impazzito... potrà diventare realtà d'Amore... ma l'uomo ha paura...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0