PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Noi qui saremo sempre felici

Ho visto l'ombra di un'emozione stasera.
Sbirciava da alcune immagini sepolte nella memoria e nel cuore.
Aveva i profili e i sorrisi dei ventiquattro e diciannove anni.
Non erano più congelati, immobili.
Erano attimi fissati in successione in una sequenza di fotogrammi
ma sotto i miei occhi prendevano vita,
ripetevano a mio beneficio, spettatore del futuro, i sorrisi,
il movimento delle teste che si giravano,
viso contro viso, occhi dentro gli occhi.
Le immagini in bianco e nero si arricchivano di colore
e una luce strana si poggiava
sui capelli, sulle ciglia, sulle labbra.
Non era importante che l'immagine
inquadrasse solo loro due, anime giovani,
magicamente concentrate su loro stesse,
lui che la guardava, lei che lo guardava,
in evidente equilibrio su una nuvola,
non era importante perché oltre i bordi
si capiva che c'era un altro mondo,
un mondo curvato leggermente
verso l'invisibile, senza palazzi,
solo vaste pianure, alberi e ponti di stelle,
e nessuna minaccia, nessuna bufera,
che potesse fermare il loro abbraccio
e il loro trionfale infinito bacio.
"Dimmi, erano felici?"
"Anima mia, che ti sei incuriosita
e mi fai questa domanda! si, erano felici!"
"E prevedevano infelicità ?"
"No, mia ingenua, non potevano.
La felicità era un oceano sconfinato, allora,
e come può smettere un torrente di scorrere?
o come può il mare non occupare
tutti gli spazi vuoti e gli anfratti altrimenti
preda della strisciante infelicità ?"
Il mio cuore ora vedeva tutto con chiarezza.
Quei momenti erano realmente eterni.
In caso contrario non sarebbero arrivati fin qui così vivi.
Non sono io che ricordo, sono loro due
che sono lì ancora pieni di vita, di dolcezza.
Io non sono più lì accanto a lei.
È lui che le bisbiglia di guardare avanti.
Mi guardano, raggianti, sorridono, mi vogliono dire
"Noi, lo vedi, siamo felici e qui lo saremo sempre. E tu?"

 

3
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 22/06/2014 11:46
    perché oltre i bordi
    si capiva che c'era un altro mondo... piaciuta tanto Sergio.. momemti eterni... custoditi... nei palazzi dell'invisibile... che bello è ascoltare un Poeta...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0