accedi   |   crea nuovo account

Sotto il mandorlo spoglio

Ha spazzato le nebbie la calda estate
e ci saranno i nidi sull’albero fiorito.
Ricordi il freddo dell’ottobre amico, la prima sera?
Veniva la notte lieve tutt’intorno
sul prato verde e finiva, sotto il mandorlo spoglio,
il primo giorno mio guardandoti.
Venne poi la neve e non ci tornammo più.
Voglio tornarci ora che soffri tanto
come soffrivo allora soltanto io,
amandoti.
(1963)

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

16 commenti:

  • Donatella il 26/09/2007 21:04
    Molto intensa e ricca di sensazioni. Saluti
  • marco moresco il 26/09/2007 15:11
    condivido il plauso corale, ciao marco
  • Dorian Gray il 25/09/2007 11:17
    Molto bella. Un saluto
  • EKIPS _ il 25/09/2007 00:59
    Davvero bella.
    Un saluto.
  • Riccardo Brumana il 24/09/2007 23:39
    molto particolare... piaciuta.
  • Michelangelo Cervellera il 24/09/2007 21:52
    penso che tutti noi, a volte, vorremmo tornare sotto il mandorle per veder soffrire come abbiamo sofferto noi, ma non ne vale mai la pena. 8
  • laura cuppone il 24/09/2007 15:55
    10 Ugo..
    l'amore non muore mai..
    le stagioni ci accompagnano..
    colori, profumi, sapori..
    che dolce tormento un ricordo d'amore..
    bella
    Ciao L

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0