username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Solstizi

''... e morire tra le viole''
cantava sul ciglio,
la polvere nell'aria
di un recente passaggio,
''e morire tra le viole''

Esige il solstizio il frutto,
la messe: è un dovere l'estate.
Fatica di uomini e campi
e notti brevi d'amori
sudati, raccolti.

Ad altri la polvere
del nostro andare.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Fabio Realacci il 23/06/2014 13:22
    Mi hai fatto pensare alla routine della vita altrui, oppressa dalla polvere di chi precede sempre.
    Solo il mio parere.

1 commenti:

  • Ayesha il 23/06/2014 15:03
    un dovere, l'estate.. il sole e i raccolti di noi stessi.. mentre la maggior parte vive nella polvere, senza conoscersi..
    bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0