accedi   |   crea nuovo account

I sobborghi del cielo ~

Tra i sobborghi del cielo
mi perdo tra le vie azzurrine
d'un cuore in libertà.
Cammino su un filo
fatto di stelle
che ad ogni mio passo
svanisce, evanescente congedo
al cospetto della clessidra del tempo.

Nei meandri bui sosto per diletto,
trovando perle nelle tasche
mentre allieto il divenire
sfiorando le belle ali corvine -
tentando il risveglio
d'un cigno che dorme
dentro la mia anima,
bianca e oscura
nera e candida -
e saltellando al centro dell'infinito
che guarda con occhio sinistro
la mia permanenza, troppo rumorosa
all'udito degli Dei.

'Sì faccio silenzio
limitandomi
a lodare il canto del vento
affascinando i passanti e
gli abitanti delle nuvole.

 

2
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Auro Lezzi il 26/06/2014 07:37
    Sembra quasi scritta da un uccellino...
  • Rocco Michele LETTINI il 25/06/2014 17:09
    Fantastico poetar... Versi d'incanto...

2 commenti:

  • Rosarita De Martino il 20/02/2016 20:14
    È proprio fantastico perdersi fra le vie azzurrine del cielo, ma questo lo può fare solo il cuore di un poeta e tu lo sei. Complimenti! Rosarita
  • Nicola Lo Conte il 13/07/2014 13:04
    Poesia deliziosa... molto delicata...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0