accedi   |   crea nuovo account

Inezione

Fluttuanti
le masse d'acqua
son,
e su la nuda spiaggia
ogni rifiuto
posa,
allora
i silenzi
diventan d'oro,
ed io li accolgo
su un palmo di mano
senza dolor.

 

1
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 29/06/2014 06:58
    Ha una sua bellezza questa tua, come qualcuno già ha notato. Non capisco il titolo... Volevi forse dire Inazione? Finisci con la tronca dolor... non mi dispiace, personalmente l'avrei richiamata con una rima tronca "d'or", ma così si fa per discutere.
  • Ayesha il 28/06/2014 15:32
    molto, molto bella.

4 commenti:

  • Eugenia Toschi il 29/06/2014 11:06
    Molto bella. Complimenti Bravo.
  • Don Pompeo Mongiello il 29/06/2014 10:06
    Il titolo è Inazione, ma come si sa non è stato più possibile correggerlo. In quanto ai rifiuti non possono mai esser d'or, già è tanto che li accolgo senza dolor.
  • Attanasio D'Agostino il 28/06/2014 15:24
    metafora profonda,

    "ed io li accolgo
    su un palmo di mano
    senza dolor."

    che si mesce al mio lamento
    un caro saluto e buona domenica
    Tanà
  • anna marinelli il 28/06/2014 12:29
    i silenzi
    diventan d'oro,
    ed io li accolgo
    su un palmo di mano...

    BELLISSIMI

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0