PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Semi d'infinito

Lo sai quanto è pieno il nulla?
Il pensiero conquista il niente
riempiendo di pargoli
la vellutata mente
danzante nell'involucro
dell'esistenza -
e ancora ti parlo
nello scrigno del silenzio
ove è custodito il tuo tesoro
riposto nell'angolo
del tuo cuore sincero -
piccolo veliero
che ama sorvolare le coste
lungo i sassi abbandonati,
piccole parole esplodono
lasciando sulla riva
lacrime di stelle
soleggiate dal lume
in fondo alla strada
che placa le tenebre
e le rende in rima
mai più come prima
avventate o disperate
mai come ora
ritmate dall'infantil
fanciullo sperduto.

Un punto è il concime
dell'inizio del tuo tempo
eterna ruota in ammaliata fine
ricorda il principio
del ventre della storia
che ha decorso dal sentiero
accogliendo fiori e arbusti vicini
in un gioco di scelte
debitrici al vento -
un tempo rattristito
della tua lontananza
or fiero del tuo ritorno
amato figliolo
ch'io amai al partorir
amato fagiolo magico
che cedi alla terra
seminando il raccolto
di questa vita che hai lanciato,
come un ponte notturno
che s'apre alle navi
mormorando il passo
misterioso del silenzio -
vanificando le gocce d'acqua

123

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Verbena il 15/09/2014 06:22
    "lo scrigno del tuo riposto nell'angolo del tuo cuore sincero." Versi molto profondi e magici che catturano la lettura con momenti di pathos ed altri di attrazione forte. Complimenti! Eccellene!

1 commenti:

  • Verbena il 15/09/2014 06:26
    Mi scuso per gli errori, mi sono appena svegliata. Spero sia chiaro il mio pensiero che non posso correggere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0