username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

.. mea culpa

Supino sul giaciglio,
ad occhi spalancati,
i pensieri rincorrono
flash del passato.
Ombre lontane,
in bianco e nero,
i colori divorati
dallo impietoso
scorrere di vita;
cloroformio e cloro
anestetizzano e scolorano.

Nonostante la malinconia
non ti ho mai sognata,
meglio dire
mai sei venuta nei miei sogni.

Forse,
il Mistero Eternità,
è uno spazio infinito,
miliardi di poltrone
per miliardi di Anime,
ognuna,
in attesa della promessa,
seduta a rivedere il film
del proprio vissuto;
dieci, cento, mille volte,
e dieci, cento, mille volte
hai sofferto alle mie bugie,
agli inganni, ai tanti tradimenti.

Pezzente!

Anima pezzente sarò
ad elemosinare per l'Eternità
il tuo perdono.

 

0
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Carmine Impagnatiello il 02/07/2014 13:03
    Fatti coraggio perchè il suo perdono verrà. Tanta sincerità nei tuoi versi. Ciao.

2 commenti:

  • silvana capelli il 08/07/2014 12:23
    Anche COLUI che siede lassù con l'amore che vorresti sognare, sarà seduto sulla poltrona e legge questi tuoi versi bellissimi che implorano il perdono, se tu lo desideri LUI ti perdona.
    Sinceramente molto profonda e commovente.
  • loretta margherita citarei il 02/07/2014 13:59
    col tempo sarai perdonato, piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0