username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sinfonia di impeti

I miei sensi, ti guardavano,
ti scrutavano in ogni lineamento
che natura ti aveva dato,
eri una sinfonia travolgente al mio udito,
ogni nota era una sfumatura seducente
del tuo essere, più le ascoltavo
più ti desideravo, era qualcosa di
irrefrenabile...

La mia mente era accecata di te,
al pensiero di non averti, non dormiva, non si
nutriva, gridava di andartene,
di non tornare, da quella ingrata porta
che il fato aveva dannatamente aperto...

Un attimo, un istante,
le tue passioni, i tuoi impeti, si ribellarono,
si slegarono dal tuo incoscio più celato,
ero diventato il tuo strumento, dove
i desideri più nascosti
si intrecciavano nei nostri corpi... .

 

1
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0