PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Enigma

Tra la polvere del mio passato
emerge l'ardito vivere tra profumi e colori
nell'armonia di fiorita primavera
assolata estate, spoglio autunno e bianco inverno.

Ho affidato ogni aspirazione al vento
al silenzio la voce di poeta
il quotidiano mio nell'essere
all'onda calma del mare.

Dipingo lacrime sul trasparente vetro
in questa mattina insolita
si rinnovano visioni animate dal primo sole
serpeggianti riflessi mimano l'immagine
come in evanescente miraggio mi specchio
inconfessati desideri da sempre repressi
alieni espandono in lucidi guizzi
osservo il tutto prima che il tempo avanzi.

Ho rubato il sogno del vinto nemico
nell'intimo, il minuto cela una preghiera
sono io, decanto l'età senza dire chi sono.

Bruno Gasparri

 

0
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/07/2014 07:27
    È solo inspiegabile enigma una mattinata insolita... un affido al vento ogni vana aspirazione... Diligente verseggio...

1 commenti:

  • roberto caterina il 03/07/2014 16:47
    corre veloce questo enigma dipinto sul trasparente vetro

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0