username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Altrimenti sarà solo buio e basta

Ed è sempre la parola che non do
quella che poi mi ritorna indietro
a velocità doppia, lasciandosi dietro
una scia che mi fa pensare a quando
correvo dietro a profumi di cui non m'importava niente.
Mentre un ridicolo gioco
continua a farmi girare in tondo, alla ricerca
di un segnale che finalmente mi dia
anche solo l'impressione del riposo.
Dici sempre che mi merito qualcos'altro
e allora calcolo fino a che punto posso
tenere a bada il mio senso dell'umorismo. Forse sbaglio.
Quando non vedo più speranza neanche
tra i rami più alti e mi ritrovo
addosso tutto il sospetto di chi si sente
in diritto di dirmi ciò che è meglio. Spesso
solamente per il gusto di sfiorare
quella noia che quando scende poi
non risale più tanto facilmente.
E non si tratta quasi mai malinconia, altrimenti
avrei già trovato il modo per cadere sempre in piedi,
o avrei chiesto una mano all'amore, come fanno tutti.
Che il più delle volte è solo un discorso
che non interessa neanche, anche se poi
arriva sempre chi dice che non è così
che si riesce a salvare la pelle,
e allora mi tocca ricominciare daccapo.
Il punto fermo esiste ma soltanto nella mia mente.

Mentre quello che ancor di più mi addolora
dell'abbandono è la fede persa,
quando non ci sono alternative e una strada vale l'altra.
E anche a costo di rimetterci un briciolo
di quel senso d'onnipotenza che mi ha
sempre tenuto in riga, ad aspettare
il segnale del rientro sono sempre da solo,
sulla porta neanche un topo morto.
Senza scorta, rimango sveglio
ad accarezzare un destino
già scritto altrove, un miracolo
che stenta a compiersi perché la verità
in fondo è un concetto troppo astratto.
Anche se ci sono giorni in cui mi viene voglia
di riprendere le parole che pensavo
di avere perso, e allinearle come si deve,
un lampo di genio da lasciare tutti a bocca aperta.
Non ci sono maghi all'altezza però,
nessuna scorciatoia che sia di un colore che mi piace,
forse solo qualche contrabbandiere
che chiede pace. Non mi basta.
Per questo vorrei che fosse già finita un'era,
per potere andare un po' più piano
e smetterla di gridare in giro che il coraggio
non si misura mai di venerdì sera.
Intanto stringo nodi a più non posso,
e l'ora che passa continua a ripetermi
che non potrei farne a meno.
Forse li scioglierò stanotte, ma solo
se non riuscirò a prendere sonno.
Altrimenti sarà solo buio e basta.

 

0
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 04/07/2014 13:29
    Un sapiente verseggio... Espressivo ed intenso in chiusa...

3 commenti:

  • eleonora il 04/07/2014 22:19
    Queste emozioni da te raccontate sfiorano un po' tutti... un male che accompagna anche chi vuole fingere di non sentirlo..
  • salvo ragonesi il 04/07/2014 16:52
    Una pessimistica realtà ma oggi giorno ci stà tutta. salvo
  • roberto caterina il 04/07/2014 12:24
    in attesa di solitudine e di contrabbandieri la tua notte rende l'idea...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0