username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ombre della sera

Nuvole grigie disegnano ombre veloci
e squarci di luce sui muri di tufo
e sulle stradine sterrate.
I profili dei monti lontani,
rubano al sole il calore del giorno che muore,
mentre il respiro del vento,
porta profumi di fertili terre.
La giovane all'uscio seduta,
stanca si dona alla serale frescura,
mentre il bimbo sul grembo cullato,
felice l'osserva, balbetta, e sorride.
Lenti rintocchi, coprono la nenia dei grilli,
annullandosi nella bruma che scende.
Immensa è la notte sul piccolo borgo,
le stradine deserte sono silenti,
soltanto la luna risuona i suoi passi leggeri.
Gioca nei sogni quel piccolo bimbo,
gioca felice, rincorso da fate e da maghi,
mentre un gatto sui tetti, fa richiami d'amore.

 

3
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • antonio pascarella il 19/09/2015 13:09
  • Caterina Russotti il 05/07/2014 12:12
    Bellissimi versi a dipingere un borgo ricco di ricordi... Davvero molto bella
  • Ezio Grieco il 05/07/2014 08:43
    Bellissimissimissima!!!!
    Poetica, nostalgica, descrittiva.
    Bravo Bruno.
    cl
  • roberto caterina il 05/07/2014 07:56
    Un gioco lontano tra i ricordi lontani e le ombre veloci. Piaciuta.

4 commenti:

  • augusto villa il 04/09/2014 23:34
    Ma che bella. ... un bel quadretto! Bravo!
  • eurofederico il 05/07/2014 11:27
    veramente deliziosa!
  • eleonora il 05/07/2014 09:26
    Un quadro bellissimo...
  • Chira il 05/07/2014 07:51
    Il calar della sera in un borgo, di quelli veri e vivi che per fortuna si annoverano numerosissimi nella nostra Italia. Magnifici versi, musicali e sentiti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0