PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

ALZHEIMER (testo di una canzone)

Perché,
dimmi, batti le mani,
dimmi, canti canzoni
di quarant' anni fa?
Chissà
se ricordi i cannoni
il castagnaccio e il carbone
di quel treno che va...
E poi
mi stringevi le mani
e cogli occhi negli occhi
mi guardavi, chissà,
chissà
se ricordi il mio nome
e quei giorni d'Aprile
a cercare le rane...
E poi
quante volte di notte
raccontavi la vita
come fosse in un film,
ed io
che restavo a pensare
mezzanotte suonava
e non potevo dormire
...
E poi
mi stringesti le mani
e cogli occhi negli occhi
non parlasti, chissà,
chissà
a che cos' hai pensato
senza neanche un saluto
te ne andavi
papà.

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 17/07/2014 07:33
    Una bella e commuovente rievocazione...

2 commenti:

  • Eugenia Toschi il 17/07/2014 15:11
    Un grido di dolore commovente.
  • Chira il 17/07/2014 13:50
    Emozionante! Solo chi ha conosciuto può comprendere...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0