PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Diario di questa pazza Estate (cap. 2)

Finalmente il Sole!
Pare che il tempo
si sia stabilizzato,
oggi poi,
è scoppiata l'Estate.

Meno tredici,
non la temperatura,
i giorni che mancano
alle vacanze.
Li sto tirando
con i denti,
a dirla tutta,
anche mia moglie
non vede l'ora.

Prendiamo appunti
per non dimenticare niente.

Porto il costume sgambato
o il pantaloncino?
Annoso dilemma,
ho un poco di panza.
Dovrei mangiare meno,
bere meno birra e fare moto,
questa è la ricetta.
Mica devo fare il fichetto?
E poi,
un poco di panza
ci stà alla mia età.

Non c'è il detto
l'uomo panzuto è sempre piaciuto?
Mhà, forse è il barbuto.
Comunque,
ce l'ho e me la tengo.
E poi,
sono alto,
la panza si mimetizza;
alla bisogna,
inspiro e la tiro indietro.

Ho fatto il tagliando alla macchina,
anche la revisione,
pure lei ha le sue stagioni.

Sarà un mese di trasgressioni,
piccole,
nell'ambito della decenza,
con diligenza,

12

2
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0