PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Spiaggia maledetta

Quel tuo sospiro
prima d'ogni sguardo
rende il mio respiro
pesante ed in ritardo
in questa corsa nel riguardo
della vita e dell'amore
sento la tua mano stringermi
e mi stringe forte il cuore,
quella dolce pelle bruna
che si impregna di quel sale
che anche se non pensi
ti morde e ti risale
sin nelle viscere
senti il suo dolore
santo fiore alla finestra
di una casa in costruzione.

Eppure il tuo sorriso
non fa che sorprendermi,
illumina il tuo viso
pronto a raccogliermi
dalle tenebre di un giorno
senza pianto o riso alcuno,
quel malessere che sento
resta stretto dentro al cuore
muore il giorno e ti rivede,
ma la notte infuria
e divora quell'anima soluta
che piange in solitudine.

La sabbia ci distoglie
dai pensieri ancor più scuri
lambisce un piede
e poi l'asciuga,
siamo anime che corrono
in un eterno bagnasciuga.

Quel tuo sguardo,
la tua mano,
tutto mi distoglie
dal pensiero che di te
a piangere mi coglie,
sebbene io d'allora
sia sempre più convinto
di un cuore sotto a un tetto
e della tristezza sciolta...

Ciò che ancora non ho detto
il tuo cuore già l'ascolta.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 23/07/2014 13:57
    Anche il tuo poetar non è per niente male, anzi merita lode assai.

2 commenti:

  • Nicola Lo Conte il 19/08/2014 15:17
    Molto bella, ben scritta e capace di creare emozione...
    Bravo...
  • Rocco Michele LETTINI il 22/07/2014 17:55
    . Romanticismo in un mirabile forgiato d'amore

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0