accedi   |   crea nuovo account

Luce (dedicato a Patrizia)

Guerrieri fiammeggianti
hanno liberato la torre
la luce rimbalza giocosa
colorando muri e tagliando catene
trafiggendo le ombre passate
con i colori della vita.

Vita tornata da lontane guerre
dove si è sempre perso
(come in tutte le guerre)
oppure effimere vittorie
più amare delle sconfitte.

Ora ho trovato un castello,
non c’è bisogno di guardie
o di spesse mura,
non ho paura che fuggi,
non hai paura che fuggo.

 

0
8 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

8 commenti:

  • Maria Lupo il 06/12/2007 00:55
    È qui da parecchio ma non l'avevo vista, l'ho trovata nelle richieste di commenti... molto bella davvero, ben costruita e romantica. Mi ricorda lo stile di un mio amico, anche lui aveva una Patrizia nel suo passato, ha combattuto molte guerre e ora crede di aver trovato un castello sicuro... ma che io sappia non scrive più poesie.
    Bella la strofa finale.
  • Cinzia Gargiulo il 15/10/2007 09:46
    Bravo! Abbandonarsi all'amore senza paura, non c'è nulla di più bello!!... Non fuggire ama senza riserve e sarai amato...
    Alla prossima.
  • Jina Sunrise il 10/10/2007 10:46
    wow... che finale! l'ultimo verso sembra quasi impossibile invece si può! ama e lasciati amare! J
  • Anonimo il 02/10/2007 00:19
    L'amore va protetto ogni giorno con arme semplici, l'abitudine e la quotidianetà a volte vincono la partita sull'amore.
    Sembra una poesia di altri tempi.
    L'ultimo pezzo è evocativo alla libertà, bello. Ciao
  • sara rota il 28/09/2007 13:55
    L'amore chiuso e protetto tra le mura di un castello per l'eternità? Bella immagine.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0