accedi   |   crea nuovo account

Precondizioni nascoste

La mente è una zattera ancorata
alla laguna
pochi movimenti
piccole spiegazioni
non convincono
parlano alla solitudine di una vita
che scorre
tranquilla e imitano un tempo
che non ci appartiene.

E il guaio è l'ignoranza
di questa Natura
che ci fa confondere
Non facit saltus

Eppure
il linguaggio in cerca di scienza
non può che essere mistico
nel sottolineare l'estraneità
del paradigma
è un albero che cresce maestoso
a salvaguardia dell'errore
o della bellezza a sprazzi
perché l'amore è filosofia
sempre
da accogliere con il semplice fervore
dello sforzo fisico

e uno scienziato è un abile scalatore
un atleta che sa
quanto conoscere
sia un azzardo
mentre la prudenza è una rete
da spingere oltre
non per rimediare
alle cadute dell'oggi
ma a quelle
di un lento pensiero
in cerca -domani- di indispensabili concezioni
nascoste.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 29/07/2014 09:47
    Dalla zattera una metafora che cerca un domani di indispensabili concezioni nascoste che nell'assenza dell'oggi tormentano lo nostro essere... DALLA FILOSOFIA UNA PAGINA APERTA... MIRABILE ROBERTO... SERENA GIORNATA

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0